ABBIATEGRASSO – La cons. Cameroni (Pd) ha chiesto per prima di intervenire nei 5 minuti a disposizione dei consiglieri che precedono gli argomenti all’ordine del giorno, per ricordare che sabato 20 è la Giornata dell’Infanzia e dell’Adolescenza e che dobbiamo tutelare e rispettare i loro diritti. Diritto alla vita, a una protezione fisica e psicologica, alla casa, a non essere discriminati…Purtroppo però non è così per i bambini che attraversano il Mediterraneo in barca, per quanti sono tra la Bielorussia e la Polonia, “siamo diventati indifferenti verso i più fragili? L’individualismo prevale…”. Cameroni ha poi invitato a ripristinare, per esempio, la cittadinanza onoraria, un gesto simbolico ma importante per i bambini e a far ritrovare alla città i valori più autentici. Giovanni Maiorana (Gruppo Misto) ha ripercorso dal 2019 ad oggi l’iter del Parco Calisthenics, (per allenamento outdoor) proposto dalla Consulta Giovani e preso in considerazione dall’ass. Poggi solo nel settembre 2021, ma con la rassicurazione della partecipazione all’apposito bando regionale che avrebbe finanziato con 32.000 euro il progetto da 40.000. Purtroppo la partecipazione è sfumata perché il Comune ha inviato la richiesta in ritardo, mezz’ora dopo la chiusura del bando. Maiorana ha chiesto la ragione di questo ritardo e ha riferito di aver ricevuto risposta non dopo 10 giorni come da regolamento ma dopo 22 e, come motivazione del ritardo un “siamo arrivati in ritardo”. L’ass. Poggi ha però rassicurato i ragazzi della Consulta che il parco si farà comunque ma gli stessi, ha detto Maiorana, ritengono che “sia meglio utilizzare, se ci sono, 40.000 euro per portare gli anziani a fare esami fuori città, una delle conseguenze del depotenziamento dell’ospedale…”. Poi l’ass. Poggi ha risposto a Maiorana che il “Parco è da fare perché si impone un’educazione per i più giovani, le baby gang con il lockdown sono peggiorate, questo Parco è prioritario secondo Comunità Educante con oratori, associazioni, Ats, perché sarà uno spazio per i giovani ma controllato da soggetti educativi”. Più tardi Maiorana è tornato sull’argomento del Parco, leggendo il verbale della Consulta Giovani che contraddice quanto aveva sostenuto l’ass. Poggi, che a sua volta ha così commentato: “Su quanto dice la Consulta del Parco sono assolutamente contraria, altri giovani, per esempio degli oratori, hanno invece un’opinione positiva”. Denari (Mov5s)ha ricordato che la stessa maggioranza che 2 mesi fa ha bocciato la proposta di istituire una Commissione Antimafia, ora ha ritenuto di conferire la cittadinanza onoraria al magistrato Gratteri. Un’incongruenza, secondo il cons. Denari, aver bocciato “uno strumento utile a combattere la criminalità organizzata che si espande sul territorio”. A lui ha risposto la cons. Magnoni, presidente della Commissione I°. “Abbiamo predisposto un piano di lavoro, chiedo al cons. Denari di partecipare con tutti noi…”. De Marchi (Cambiamo Abb.) con voce forte ha fatto un accorato appello a Nai e alla sua giunta perché si occupino anche delle periferie e non solo del centro storico, a cui si è deciso di “rifare il trucco con un piano di intervento di 60.000 euro. Vorrei ricordare che nelle periferie della nostra città vive la grande maggioranza dei cittadini, ma chi ci abita si sente abbandonato, i marciapiedi sono fatiscenti, i parchi lo sono solo di nome… Chiedo di invertire la rotta e di iniziare a porre attenzione fattiva sulle periferie della nostra cittàSindaco Nai, ricordo ancora una volta che il vostro programma elettorale era improntato su viabilità, traffico, verde pubblico, Ospedale, agricoltura, riorganizzazione della macchina comunale, inclusione sociale e lotta alla povertà, legalità, connettività, informazione, trasparenza e partecipazione, economia e sviluppo sostenibile, scuola e istruzione, qualità della vita e salute, territorio e mobilità…, ecco ad oggi, dopo 4 anni e mezzo, le promesse non le ha ancora mantenute…”. Granziero (Pd) ha riferito delle lamentele sulla gestione del Bicipark, perché “con imperio si è deciso di non proseguire con il gestore precedente ed il controllo… I pendolari, gli utenti sono scoraggiati per il mancato sostegno alla mobilità sostenibile. E’ poi intervenuto il cons. Gallotti (Lega) che, sorprendendo tutti, ha annunciato di doversi “dimettere per motivi di lavoro”. Subito dopo il sindaco gli ha chiesto di  parlare e insieme sono usciti dalla sala. E.G.

Hits: 0