ABBIATEGRASSO – Lunedì 7 febbraio, in Consiglio Comunale, che è proseguito venerdì 11, prima di trattare i 20 punti all’ordine del giorno, sono approdati temi e segnalazioni considerati importanti dai diversi consiglieri che hanno chiesto di utilizzare i 5 minuti a disposizione. Dopo il sindaco, che ha dato il benvenuto al Presidente Mattarella, la cons. De Marchi si è complimentata con i ragazzi che poco prima avevano condiviso l’importante esperienza nei campi di sterminio e ha esortato a non volgere lo sguardo dall’altra parte, a contrastare l’indifferenza come si è fatto quando Mussolini ha emanato nel ’38 le leggi razziali o come quando ora si vogliono ignorare gli immigrati, non accogliendoli o lasciandoli in pericolo al largo. Il cons. Gallotti ha parlato della situazione tragica che sta vivendo il commercio: “Adesso ho contato 5 macchine, è lunedì, quindi non c’è la Ztl che c’è di venerdì, sabato e domenica, quando prima del Covid c’era in giro un sacco di gente, ma quello che era giusto allora, adesso non lo è più. Il dovere dell’amministrazione è togliere la ZTl durante il weekend per favorire il flusso in centro. Un’altra criticità è l’illuminazione, si dice che si interverrà a breve ma la gente chiede i tempi, dobbiamo dare una data. Manca l’informazione”. Sono seguiti 5 minuti di fuoco di Maiorana, pronto a ricorrere all’ANAC per la Graduatoria del Concorso Pubblico per 4 posizioni di Istruttore Amministrativo Contabile, indetto in data 5/8/2020 e revocato dopo 16 mesi per cui aveva chiesto delucidazioni in merito al suo annullamento e al fatto che 3 mesi dopo la revoca l’amministrazione ne ha indetto un altro, uguale, per 6 posti, e questo è stato chiuso in 2 mesi. Con apposito accesso agli atti, lo stesso consigliere aveva chiesto di fornire la graduatoria finale di merito indicando nomi e cognomi dei vincitori. Il Sindaco nella sua risposta aveva asserito che tale graduatoria sarebbe coperta da privacy e, peraltro, dovevano essere esplicitate le motivazioni della richiesta. Giovanni Maiorana ha detto di non ritenersi soddisfatto delle risposte del sindaco che ha pure citato l’art 4 comma 3 del 2013 che non esiste più per giustificare che i nomi dei vincitori sono stati anonimizzati mentre, trattandosi di un atto pubblico, il consigliere asserisce che devono essere pubblicati. “Io voglio che si sappiano- ha aggiunto Maiorana- lo voglio per il principio di trasparenza, con cui operano altri Comuni, Città Metropolitana, Regione Lombardia. Ho chiesto nuovamente tale atto, al fine di dirimere la questione in punta di diritto ed evitare future controversie sul tema, riservandomi, se non ottengo queste informazioni, di attivarmi con Anac (Autorità Nazionale Anticorruzione)”. Il cons. Tarantola ha invitato il sindaco Nai “a smettere di far sembrare che la minoranza è contro i dipendenti comunali, quando si parla di Amaga, degli uffici tecnici o quando c’è una contestazione per scelte che non dipendono dai dipendenti ma dai politici. I dipendenti fanno quello che i politici gli dicono di fare”. Il cons. Serra subito dopo ha elogiato gli interventi degli studenti, ha citato l’art. 3 della Costituzione: ‘Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali’ e ha chiesto “pari dignità sociale per i concittadini che hanno difficoltà a pagare un tampone”. Anche il cons. Denari ha detto di aver molto apprezzato gli interventi dei ragazzi “la nostra meglio gioventù”, si è quindi rammaricato “che i bambini devono pranzare in classe perché non hanno spazi adeguati per non parlare dello stato fatiscente e vergognoso in cui versa lo stadio”. Il cons. Piva è infine intervenuto per chiedere “di anticipare i punti 4,7,13 che competono all’ass. Comelli che venerdì non sarà presente per altri impegni istituzionali”. E.G.

Hits: 0