ABBIATEGRASSO – L’associazione Amici del Palio, seppur colpita nella sua organizzazione interna dai problemi fisici del suo presidente Tiziano Perversi, è pronta per scendere in campo per il trentaseiesimo Palio di San Pietro, con tutti i tradizionali appuntamenti e con alcune novità. Nel corso di una conferenza stampa tenutasi mercoledì 13 maggio, Jessica Perversi (figlia di Tiziano) e nuova addetta stampa dell’associazione, coadiuvata dal vicepresidente Franco Gaeta, da Fausto Zoia e dai capitani delle contrade, dopo un doveroso ringraziamento agli sponsor grazie ai quali ogni anno è possibile realizzare il Palio e all’Arma dei Carabinieri che ha individuato e fermato il truffatore che ha cercato di raggirare i commercianti abbiatensi presentandosi a nome dell’associazione, ha presentato il ricco programma delle manifestazioni che caratterizzeranno il mese di maggio e il prossimo mese di giugno. Si parte con le Giornate Medioevali, sabato 23 maggio dalle ore 15 alle ore 22 e domenica 24 maggio dalle ore 10 alle ore 18.30, piazza Castello sarà animata da un borgo medioevale con accampamenti dei soldati e un mercato degli artigiani e dei mercanti, nel corso delle due giornate si potrà assistere anche a combattimenti tra i soldati. Sabato 23 alle ore 20.30, si potrà partecipare ad una vera cena medioevale, servita da figuranti in abiti medioevali, nel corso della quale vi saranno due momenti di animazione interattiva tra cui uno spettacolo con sfere e giochi di fuoco, organizzata in collaborazione con Lele Picelli del ristorante Charlie 1983 (menù, costi di iscrizione e modalità presenti sul sito dell’associazione e del ristorante Charlie 1983). “Tiziano mi ha detto: ‘bisogna fare una cena medioevale’, io ho detto ci sono. – ha spiegato lo chef Lele – In passato con il ristorante Charlie avevo già organizzato alla Cavallerizza a Vigevano un evento legato alla cucina medioevale, sarà un susseguirsi di piatti legati alla tradizione medioevale anche se un po’ alleggeriti, io mi vestirò da frate, sicuramente sarà un evento a cui non mancare”. Secondo appuntamento la sfilata storica il 31 maggio al parco degli Alpini come saluto della Sagra delle Ciliegie, legata ad un sodalizio ormai consolidato tra le due associazioni, per proseguire il 7 giugno, quando si aprirà la settimana del Palio con le mini sfilate dalle ore 10 nelle varie contrade che si recheranno in piazza Castello dove verrà presentato il Cencio realizzato da Laura Dell’Acqua della Scuola Media Europea che nell’occasione sarà anche premiata. Quest’anno per la prima volta hanno partecipato al concorso tutte le scuole medie abbiatensi, con grande soddisfazione dell’associazione che punta con questa iniziativa a portare i ragazzi a conoscere ed amare il Palio. Il Palio si terrà il 14 giugno: l’intesa giornata, i cui appuntamenti sono ormai consolidati, si aprirà alle 9.30 con la Santa Messa in San Pietro seguita dalla benedizione dei cavalli e dalla firma del regolamento corsa ad opera dei fantini e dei capitani di contrada, per proseguire nel pomeriggio con le sfilate delle contrade, le quali dopo un saluto all’istituto Golgi si recheranno al Castello, da cui alle 15.30 partirà il corteo storico composto da tutte le contrade e dalla corte, per recarsi al campo di gara presso la fiera, dove la giornata si concluderà con la corsa. La conferenza stampa è stata chiusa dal sindaco Pierluigi Arrara e dalle sue parole che hanno messo in evidenza il clima in cui l’associazione realizza le sue manifestazioni: “Parlare del Palio è sempre una cosa interessante, si parla di qualcosa di vivo, non è un gara di cavalli ma vi sono una storia e una tradizione, in quanto si parla del 36esimo Palio. Quello che dico sempre pensando all’associazione è che da una corsa è nata poi un’amicizia, faccio questo esempio: la settimana dopo che Tiziano è stato male sono andato in ospedale, era un giorno di festa, e c’era letteralmente la fila fisica di circa 30 persone a fargli visita e questo è stato per me indicativo perché ha dimostrato che, al di là delle contrade e della corsa, c’è tutto un mondo che vive un’amicizia concreta, che poi sfocia in attività che fanno bene alla città, ma soprattutto in termini di volontariato e di attenzione alle situazioni più particolari, al di là del Palio. Quest’anno non ci sarà Tiziano e tutti i capitani dovranno impegnarsi maggiormente per sostenere Jessica”. Cristina Brambilla

Hits: 73