Con riferimento all’articolo “Intervento / Ah…la memoria” a pag.13 del vs numero del 26.01.2016, senza voler tediare il lettore sull’ argomento della richiesta di referendum che l’Amministrazione comunale di Gaggiano cerca in ogni modo di ostacolare sebbene l’art. 61 c.2 dello Statuto reciti testualmente “il Comune ne favorisce l’esperimento, adeguando allo scopo la propria organizzazione”, leggo che la maggioranza del Sindaco Perfetti vorrebbe attribuirmi la responsabilità di non aver redatto il regolamento sul referendum entro metà 2004 dopo avere istituito tale strumento consultivo assieme al principio di partecipazione popolare con ben tre redazioni dello statuto dal 1992 al 2000. Tralascia invece la maggioranza di Perfetti di ricordare che le Giunte Miracoli e Perfetti di anni ne hanno fatti passare ben 11 (2004 – 2015) senza fare nulla di nulla in materia. Proprio perché la memoria non fa difetto, ricordo al Gruppo di maggioranza attuale che negli anni 2001 – 2003, anche senza regolamento, al fine di favorire la partecipazione popolare sono state tenute ben tre consultazioni popolari a Gaggiano che hanno avuto un’ampia partecipazione e ai cui risultati l’Amministrazione comunale, che mi vedeva ancora sindaco, si è attenuta, dando in tal modo realmente voce alla partecipazione popolare. Proprio l’opposto di quello che sta facendo oggi la Giunta Perfetti che, mi pare chiaro, vuole impedire la consultazione popolare. Sempre per tenere in allenamento la memoria ricordo che nel periodo in cui sono stato vicesindaco (luglio 2004 – gennaio 2007), carica da cui mi sono dimesso volontariamente (prassi non molto praticata in Italia!) per i cambi di indirizzo amministrativo e programmatico che Miracoli, Pezzotti ed Allievi Roberto hanno attuato nella gestione del comune era solo nei poteri del sindaco, e non nei miei, decidere una modifica o completamento allo statuto vigente. Infine non occorre un grande sforzo mnemonico per ricordare che Miracoli in tutti i suoi dieci anni di gestione non si sia mai neppure posto il problema di completare ed aggiornare lo statuto alla nuova legislazione come ancora oggi sarebbe necessario. Il Sindaco Perfetti ha dovuto interessarsi solo perché le due associazioni “Gaggiano Futura “ e “Il Naviglietto” hanno nel 2015 raccolto le firme di oltre mille cittadini per il referendum sulla Polizia Locale. Spero di aver tolto alla lista “Insieme per Gaggiano” le preoccupazioni per la mia memoria! Giuseppe Gatti, Gaggiano

Views: 116