ABBIATEGRASSO – Lo scorso mercoledì pomeriggio l’aula consiliare del Castello Visconteo si è a poco a poco riempita dei possibili sostenitori e curiosi che, in possesso di Green Pass, hanno risposto all’invito dei promotori di una nuova lista civica che si mette in gioco per le amministrative che si terranno la primavera prossima. A tenere la conferenza stampa, due promotori, nomi molto noti: Adriano Matarazzo, autorevole presidente del Consiglio Comunale con Arrara sindaco, e Andrea Sfondrini, già consigliere comunale e ora coordinatore territoriale di Italia Viva. La lista, che ha nel simbolo il leone rampante in campo azzurro e, forse non a caso anche il colore rosso, visto che si colloca senza indugio e auspica alleanze nel centro-sinistra, si chiama “ La Città 2022”. Manifesti  erano già apparsi su alcuni muri della città e avevano suscitato diverse ipotesi e curiosità sull’appartenenza e sui promotori che la conferenza stampa ha chiarito. E’ stato distribuita una scheda riassuntiva  di intenti, che anticipa seppur in modo generico il programma per realizzare “un sogno di Città e sappiamo come farlo”, promettono i creatori di questa lista che propongono “un impegno comune di tutti i soggetti che si riconoscono in un moderno centro sinistra”. Il sogno comprende: “una città bellissima e smart”, sostenibile, efficiente e innovativa; “la città dei bambini” che migliora e crea ambiti di svago e aggregazione; “la città che cura”, capace di integrare e mettere in rete l’Ospedale con Golgi, Hospice e tutte le realtà di cura; “la città che si muove”, protagonista e capofila per mobilità e  sviluppo di collegamenti; “la città che attrae” con allettanti offerte anche per un turismo di prossimità; “ la città concreta” capace di intercettare fondi regionali, statali, europei per realizzare i progetti proposti. Matarazzo ha affermato che sarà “una lista qualificata”, sia con persone di esperienza politica che con neofiti con specifiche competenze, capaci di dare risposte adeguate anche ai nuovi problemi economici e sociali causati dal Covid. La lista ha già pronto un programma che sottoporrà a chi farà parte dell’auspicata coalizione di centro-sinistra. Un gruppo di lavoro, un embrione per ora, secondo Sfondrini, pronto a dialogare e a confrontarsi sul documento programmatico con chiunque condividerà il progetto e la visione di Città 2022. Altri elementi sono emersi dalle risposte date alle domande dei giornalisti. L’ex sindaco Fossati, che secondo i rumors farebbe parte della lista, è stato definito da Matarazzo “simpatizzante”, tra gli altri nomi indicati come appartenenti al gruppo, Cosimo Dell’Università, Andrea  Donati, Sandro Bagnaschi, tra i presenti. Citati anche Alessandro Pecoraro e Gaia Frontini, oltre a esponenti della lista ‘Insieme per la città’ che nel ’98 ha sostenuto Ceretti sindaco. Alla domanda se sia stato già individuato all’interno del gruppo un possibile candidato sindaco, hanno risposto che è prematuro e che emergerà durante il percorso con le forze di coalizione, un nome che potrebbe uscire da consultazioni primarie o da una scelta condivisa, ma non  si intende transigere sul profilo del sindaco che deve avere qualità come: competenze amministrative, contatti, capacità di reperire fondi. Ora inizieranno le ‘interlocuzioni’ con tutte le forze di centro sinistra, il lavoro di preparazione alla prossima tornata elettorale è quindi avviato.  Enrica Galeazzi

Hits: 0