ABBIATEGRASSO Domenica 10 ottobre si è corso il 42° Palio di San Pietro. Se lo è aggiudicato la Contrada San Rocco, il Gallo che, dopo la caduta del fantino della Legnano, era in testa, è stato passato solo dalla ‘testa’ del cavallo della San Rocco. L’edizione ottobrina, baciata da un caldo sole autunnale, è iniziata con la Santa Messa in oratorio San Giovanni Bosco e anticipata dalla sfilata ‘silenziosa’ partita da piazza Castello senza sbandieratori né rullio di tamburi, ma in moltissimi, muniti di Green pass, hanno poi seguito la gara, dopo un anno di sospensione dovuta alla pandemia. Una tradizione ormai, iniziata da Don Luigi Alberio, sacerdote che si dedicava in particolare ai giovani dell’oratorio e che nel 1980 ha organizzato la prima corsa di cavalli, per aggregare e stimolare i parrocchiani che si appassionarono fino a farla diventare un vero e proprio Palio. Un Palio con cavalli e fantini professionisti, ogni  Contrada con colori propri e un proprio Capitano. Quest’anno, la partenza alla terza chiamata al canapo ha visto partire per ultimo il fantino della San Rocco e velocissimo il fantino della Legnano, uscito poco dopo con una brutta caduta in curva. La corsa poi è stata condotta dalla Contrada del Gallo, incalzata dalla Piattina e dalla Primavera Cervia, che sono state superate a loro volta dalla San Rocco, che ha raggiunto anche il Gallo al fotofinish. Ha vinto la Contrada San Rocco con il fantino Alessandro Sersosimo di Siena, per pochi centimetri, tanti quanti la testa del suo cavallo Uan King. Il Palio si conferma un evento importante per la città, occasione di aggregazione e condivisione per i contradaioli, che culmina in un giorno di festa per tutti, grazie soprattutto agli infaticabili volontari dell’associazione ‘Amici del Palio’ generosi e presenti in molte altre manifestazioni e iniziative benefiche. Complimenti a tutti ! E. G.

Hits: 0