La fine del 2018 ha visto la presentazione del quarto rapporto trimestrale sulle startup innovative presenti sul territorio italiano. Un bilancio che conferma il trend positivo della provincia di Milano su scala nazionale. Ancora una volta i dati vedono in testa nella classifica italiana il capoluogo lombardo con 1.687 startup innovative che hanno sede nel nostro territorio. Si tratta del 17% su scala nazionale, con una Tech Valley concentrata in zona Porta Nuova dove hanno sede realtà ormai consolidate nel panorama high-tech mondiale come Google, Microsoft, Amazon, ePrice e tante altre.

Una concentrazione d’imprese che rispecchia il dinamismo e la vocazione del territorio nei confronti delle nuove tecnologie e dell’innovazione.

Vocazione che se guardiamo bene non è esclusiva del capoluogo lombardo, ma di tutto un ecosistema digitale che supera i confini dell’area metropolitana permettendo lo sviluppo di startup giovani ed estremamente competitive. Basta accedere alla piattaforma www.startupinnovative.it per avere un colpo d’occhio su alcune realtà imprenditoriali che hanno impiegato gli strumenti tecnologici più avanzati con l’obiettivo di sviluppare idee di business 2.0.

Ecco allora che nell’area sud ovest di Milano nella città di Gaggiano scopriamo la startup Sailing Maker. Operante nel settore delle attrezzature della vela ha sviluppato un progetto divertente e coinvolgente per insegnare i rudimenti dell’arte velica grazie a un innovativo simulatore.

In questa maniera l’apprendimento dei principi base per manovrare un’imbarcazione a vela può avvenire ovunque, abbattendo i tradizionali limiti imposti da questa attività. La formazione diventa gioco, mutando dal mondo dei videogame, della realtà aumentata e di quella virtuale un sistema di simulazione che emula in tutto e per tutto l’esperienza a bordo di un’imbarcazione.

Realtà ormai consolidata nel panorama dell’e-commerce italiano è la startup Wardroba con sede ad Abbiategrasso. La piattaforma di commercio online che opera nel settore dell’abbigliamento ha sviluppato un innovativo modello di business online che simula l’esperienza di acquisto in negozio direttamente dal proprio PC o smartphone. Si accorcia lo spazio fisico e la distanza tra negozio e customer diventa più breve non solo nell’accessibilità al prodotto, ma anche e soprattutto nella relazione tra azienda e consumatore. È questo modello di business che mette al centro dell’acquisto l’esperienza con una visione social basata sulla condivisone, ad aver decretato il successo della piattaforma Wardroba.

Passando in rassegna le aziende ad alto contenuto di innovazione presenti sul territorio della provincia di Milano non possiamo trascurare settori come quello del gaming con realtà ormai consolidate. A partire dalla storica Milestone fondata a Milano nel 1996, fino al più recente studio Forge Replay nato nel 2011. Quest’ultimo è una delle case di sviluppo più innovative nel settore dei videogame con la sua sede a pochi chilometri da Trezzano sul Naviglio. Stiamo parlando di una delle maggiori case di produzione indipendente di videogiochi che fin dalla sua fondazione si è concentrata sia su videogame tradizionali che su applicazioni innovative nel campo della realtà aumentata e di quella virtuale concentrandosi anche su contenuti videoludici in chiave social.

È un settore quello del gaming da tenere d’occhio nel prossimo futuro, visto che proprio qui si gioca un’importante partita nella quale convergono ricerca, innovazione e sviluppo di contenuti sempre più coinvolgenti per gli utenti. Nell’industria videoludica si stanno sperimentando soluzioni high-tech avanzate come quelle messe in campo da piattaforme di gaming online come Unibet che nel corso degli anni si è distinta nel settore non solo per un’offerta videoludica sempre aggiornata e in continua crescita, ma anche per soluzioni tecnologicamente innovative come il gioco live che simula l’esperienza videoludica di un casinò reale.

Tutto questo non sarebbe ovviamente possibile senza il supporto di un ecosistema digitale in grado di sostenere un simile processo di innovazione. È quello che è accaduto a suo tempo nella Silicon Valley californiana dove imprese, rinnovatori, capitali e infrastrutture hanno contribuito in maniera sinergica alla nascita delle prima rivoluzione high-tech.

Lezione che sembra essere stata recepita perfettamente nel sud ovest della provincia di Milano dove dallo scorso anno è partito anche nel comune di Trezzano sul Naviglio la sperimentazione della rete mobile 5G. Progetto strategico per la creazione di un sistema digitale a supporto sia dei cittadini che di tutte quelle imprese che intendono fare business nel territorio.

Views: 0