ALBAIRATE – Filtra un po’ di preoccupazione dalle parole del sindaco Flavio Crivellin, non su contagi e quarantena per larga parte in risoluzione o in via di negativizzazione, bensì per quanto riguarda l’atteggiamento delle persone. “Purtroppo anche in piazza da noi, soprattutto nel weekend, si sono registrati assembramenti. Ricordo che le regole sono ancora vigenti. Bisogna prestare attenzione ed evitare comportamenti che metterebbero a rischio tutta la comunità. Mi sembra che non tutti abbiano capito cosa si intendesse per ritorno graduale alla normalità”. Il dato sui contagi è fermo a 9, un solo decesso avvenuto nelle scorse settimane.

Se il mercato è stato aperto con successo e rispetto delle regole, per i parchi gioco, il primo cittadino conferma l’intenzione di temporeggiare ed aspettare ulteriori dati. “La difficoltà maggiore sarebbe per il controllo. Non abbiamo personale a sufficienza. Poi aprire i parchi ma vietare i giochi non credo sia molto sensato”. Per gli altri aspetti della ripartenza il Comune si sta adoperando per attivare i vari servizi per i mesi a venire. “Ci siamo messi in moto per riuscire ad attivare i servizi estivi. Non sarà semplice e quindi bisogna muoversi per tempo. Sarà un lavoro nuovo e dovrà esser fatto con attenzione. Bisognerà stare attenti a spazi e divisione del personale. Ci stiamo interfacciando con i vari soggetti che dovrebbero esser protagonisti, stiamo aspettando sempre la regolamentazione chiara da parte di Regione e Governo, il tempo è poco ma faremo il massimo”. Luca Cianflone

 

Views: 137