ABBIATEGRASSO – Anffas chiama e il Comitato del Cuore Giancarlo Sgarella risponde. Senza esitazione e con la generosità che da sempre contraddistingue il gruppo. Dopo essersi confrontata con i consiglieri del Comitato, Anna Gorra, vedova del compianto Giancarlo Sgarella scomparso nel novembre del 2015, ha deciso di donare 500 euro al centro Anffas Il Melograno. “Dal 2009 ad oggi il nostro comitato ha acquistato moltissime apparecchiature per il reparto di cardiologia dell’ospedale Cantù di Abbiategrasso. Lo ha fatto attraverso le donazioni di tanti cittadini, tramite i soldi raccolti in occasione della Corsa del Cuore e molte altre iniziative, cene tra amici e altre associazioni attive sul territorio. Il nostro Comitato ha sempre avuto il sostegno degli Alpini della città, Alfonso Latino faceva a sua volta parte del nostro gruppo e con la sua straordinaria generosità ha sempre messo a disposizione la sede degli Alpini a titolo gratuito per i nostri eventi benefici. Questa volta abbiamo deciso di indirizzare il nostro aiuto al centro per disabili di strada Cassinetta, che sappiamo averne molto bisogno. L’emergenza sanitaria è diventata un’emergenza sociale, sono moltissime le realtà ad essere in difficoltà, e tra le tante c’è sicuramente la comunità per disabili gravi. Per questo motivo abbiamo voluto contribuire donando 500 euro alla struttura. Mentre solo un paio di settimane fa abbiamo donato alla Croce Azzurra di Abbiategrasso un monitor multi-parametrico da utilizzare sulle ambulanze per i servizi di urgenza ed emergenza. Un’apparecchiatura di ultima generazione, che consente di rilevare più parametri con un solo strumento, permettendo agli operatori una veloce e precisa valutazione del paziente”. In questi 11 anni di attività il Comitato del Cuore Giancarlo Sgarella non si è occupato solo dell’acquisto di macchinari sanitari, ma anche della loro costante manutenzione. “Quasi tutte le apparecchiature presenti in reparto sono state donate dal Comitato – precisa ancora Anna Gorra – e molti dei soldi raccolti sono serviti anche per la manutenzione degli stessi. In questo momento ci sembrava però importante dare il nostro contributo anche al progetto Dopo di Noi con Noi, che accoglie disabili adulti e ha davvero bisogno della generosità di tutti per proseguire nel suo servizio”. L’attenzione dimostrata ha commosso la famiglia Anffas. “I consiglieri del Comitato del Cuore Giancarlo Sgarella saputo del nostro impegno per contenere l’emergenza, dei tantissimi costi sostenuti, e dell’impossibilità, in questo momento, di organizzare le nostre consuete manifestazioni e raccolte fondi, hanno voluto darci una mano e per questo siamo infinitamente grati ad Anna Gorra e a tutto il Comitato” ha commentato il volontario Alberto Gelpi.

Views: 27