ABBIATENSE – Lo hanno trovato riverso sulla strada, a diversi metri di distanza la sua bicicletta
distrutta dall’auto guidata da un pirata che l’ha travolto e invece di soccorrerlo è fuggito. Era poco
prima di mezzanotte di venerdì quando alcuni automobilisti di passaggio l’hanno visto al centro
della carreggiata della 494, nel tratto Cesano Boscone in direzione Abbiategrasso, e hanno chiamato
i soccorsi. E’ stato trasferito in gravissime condizioni all’ospedale San Carlo dove è morto per le
ferite causate dall’incidente. La vittima è stata identificata, si tratta di un cingalese di 39 anni, un
venditore ambulante di rose che si spostava in bicicletta, per proporre i suoi fiori in ristoranti e ai
passanti. Probabilmente in molti lo abbiamo incontrato, mentre seduti a tavola ci offriva con un
sorriso una rosa rossa per rendere ancora più importante un momento felice. Proveniva dallo Sri
Lanka, un paese bellissimo e poverissimo, come sa bene chi l’ha visitato, dove per lo più il tempo è
scandito dal sorgere del sole fino al tramonto, perché in estese zone manca la luce elettrica, dove si
assiste facilmente al bagno degli elefanti in un fiume, dove il pranzo consiste in una banana staccata
dall’albero, dove non manca però il sorriso e la solidarietà. Per lo più persone miti e liete nel cuore,
a cui basta poco, anche solo qualche soldo racimolato vendendo fiori, con il sogno di riuscire ad
aiutare chi è rimasto. Invece se n’è andato travolto da chi, al volante di un’auto di grossa cilindrata,
di colore scuro, probabilmente una BMW che ha lasciato qualche pezzo sull’asfalto, non si è
neanche fermato per soccorrerlo, uccidendo una persona ma anche la propria dignità e umanità. Nei
giorni successivi è stato fermato un ragazzo di 21 anni di Casorate Primo, intestatario del leasing
col quale aveva in uso la BMW scura: ha raccontato che l’auto gli era stata rubata da tempo, ma la
sua versione non ha convinto i Carabinieri. Le indagini sono in corso per capire chi fosse alla guida. E.G.

 

 

  

 

Views: 128