Viaggiare in moto può essere un’esperienza affascinante anche nei primi week-end autunnali. Spesso, infatti, il clima si mantiene ancora mite, le giornate non sono caratterizzate dalle rigide temperature invernali e il caldo torrido tipico dei mesi estivi, ormai è alle spalle.

I paesaggi, specie se in montagna o in collina, sono ricoperti da colori suggestivi, grazie al foliage degli alberi stagionali. Si possono vivere molte esperienze a bordo della propria due ruote, in giro per i borghi, partecipando alle prime sagre dell’anno dedicate ai prodotti di stagione e al vino novello.

Programmare un week-end a bordo del proprio veicolo a due ruote, senza dubbio vale la pena anche alla fine della bella stagione.

È importante, però, per chi non l’avesse messa in moto nei mesi estivi, effettuare i dovuti controlli, sia sul piano tecnico che burocratico, prima di salire in sella e sfrecciare tra le strade del Bel paese.

Tra i controlli meccanici che non devono mancare ci sono senza dubbio la verifica del livello dell’olio, per cui può rendersi necessario un rabbocco o addirittura una sostituzione, se si è superato il numero di chilometri utile, e il controllo della catena, che deve possedere la giusta tensione ed essere opportunamente lubrificata.

Anche freni e pneumatici giocano un ruolo fondamentale nella sicurezza del mezzo. Il check che riguarda i freni, in particolare, prevede un controllo del livello del liquido, dei dischi e dello spessore delle pastiglie. I pneumatici, invece, devono essere integri e alla giusta pressione, per evitare il rischio incidenti.

Sul piano burocratico gli aspetti da considerare sono due: la revisione obbligatoria e la polizza assicurativa, ugualmente obbligatoria.

La prima va effettuata dopo quattro anni dall’immatricolazione del veicolo e, successivamente, ogni 24 mesi, pena una multa che può superare anche i 600 euro.

La polizza moto, invece, serve a tutelare il mezzo e le persone a bordo, in caso di sinistro o avaria.

Scegliere l’assicurazione più calzante e conveniente non è certo facile, visto il gran numero di offerte presenti sul mercato.

D’altra parte, anche grazie all’avvento delle direct company, le compagnie sono portate ad applicare politiche di sconto spesso allettanti per i motociclisti mantenendo comunque elevati i livelli di copertura assicurativa.

In tal senso, optare per una compagnia online porta con sé vantaggi sia sul piano economico – le tariffe, infatti, spesso sono inferiori del 10%, rispetto a quelle proposte dalle compagnie tradizionali – sia sul piano pratico, perché tutto il processo di stipula e successivamente di assistenza del cliente avviene attraverso i siti internet o le più comode applicazioni.

Genertel, ad esempio, è una compagnia assicurativa che da anni opera online, affermandosi come leader anche nel comparto dell’assicurazione moto, grazie al servizio clienti proattivo e alla possibilità di costruire una polizza su misura.

Ogni utente, infatti, nel richiedere il proprio preventivo, può inserire le polizze aggiuntive più in linea con le proprie esigenze. In tal senso Genertel ha elaborato un carnet di garanzie che strizzano l’occhio anche ai possessori di una due ruote.

Basti, ad esempio, guardare alla MiniKasko abbigliamento che tutela da eventuali danni riportati alla tenuta da centauro, all’Infortunio conducente, che copre le spese occorse in caso di ferite o decesso del motociclista e Bonus aiuto domestico, utile per avvalersi di un collaboratore domestico, in caso di impossibilità a svolgere le normali faccende in seguito ad un incidente, le cui spese in parte vengono coperte dalla polizza.

Accanto a queste, poi, ci sono anche le più classiche Assistenza stradale, Kasko, Tutela legale e Rinuncia alla rivalsa.

Hits: 0