CASSINETTA DI LUGAGNANO – Nei primi giorni di settembre si terrà il primo “Festival nazionale dei Borghi più belli d’Italia lacustri e fluviali”, a Lovere. Proprio in quei giorni Cassinetta di Lugagnano, uno dei Borghi dell’associazione, ospiterà, in occasione della propria festa Patronale, la Gran Fondo del Naviglio, gara di nuoto in acque libere organizzata dall’associazione Terre dei Navigli sport e natura. La gara, giunta alla sua sesta edizione, grazie alla nuova partenza – il pittoresco imbarcadero di Cassinetta – ha acquistato notevole rilevanza sportiva: infatti da quest’anno i km che i nuotatori percorreranno saranno 24,5 per arrivare fino alla Darsena di Milano. Protagonista dalla festa patronale del borgo cassinettese sarà quindi il Naviglio Grande, il canale dei signori milanesi. Alcuni cenni storici. Era il XII secolo, e a Milano e ai Visconti serviva una via di accesso al mercato commerciale marittimo. Così prese vita il progetto della Cerchia dei Navigli: a partire dal più lungo e imponente, il Naviglio Grande appunto. Fonte di irrigazione, poi di trasporto materiale (divenne la via del Marmo, a partire dal 1387, per far costruire il Duomo) e infine di persone (fu, nel 1584, la culla per San Carlo Borromeo morente diretto in arcivescovato). Nel 1896 venne fondata la Canottieri Olona, che di li a poco organizzò una gara di nuoto nelle gelide acque del Naviglio Grande, proprio in concomitanza con i giorni della merla. Si presentarono 7 impavidi che sfidarono il freddo sulla distanza di 150 metri. L’ avvenimento contribuì in maniera non trascurabile a diffondere il nuoto, disciplina in quegli anni ancora poco praticata. Da questo evento nacque una pratica sportiva nuova e avvincente: le gare di nuoto nelle acque dei Navigli. Ma non è tutto qui. Nei primi del Novecento, il Naviglio era il centro della vita milanese. La grande festa in Darsena, gli eventi mondani alla Canottieri. Il cuore della vita era lì, quel canale artificiale era divenuto il luogo di riconoscimento e di appartenenza dei milanesi. Le associazioni sportive del canottaggio e del nuoto, il porto e la darsena divennero il simbolo di Milano. La Gran fondo, competizione di respiro internazionale che richiama atleti, uomini e donne di tutte le età, da tutta Europa e da tutto il Mondo unisce l’amore per lo sport a quello per il nostro territorio. Infatti, ai fini del legale e corretto svolgimento della gara vengono effettuati esami microbiologici che mettono in luce, anno dopo anno, la salubrità delle acque del Naviglio; acque che irrigano i nostri campi e le colture del nostro territorio; acque che ci permettono di avere in tavola cibo sano e genuino. Territorio ed acque di pregio, che il Comune di Cassinetta da sempre salvaguarda da qualsiasi tentativo di cementificazione. Si ricorda e si precisa inoltre che il Naviglio non è balneabile e che per la Gran Fondo è stato approvato un protocollo di sicurezza apposito, che permette agli esperti nuotatori di svolgere la gara in totale sicurezza. L’Amministrazione comunale invita e aspetta tutti quindi sabato 9 settembre 2017 dalle ore 12.30 per assistere insieme a questo grande evento.

Hits: 211