IL CONSIGLIO REGIONALE DELLA LOMBARDIA

a norma degli articoli 122 e 123 del Regolamento generale, con votazione nominale, che dà

il seguente risultato:

Voti favorevoli n. 58

Voti contrari n. 1

Astenuti n. 1

DELIBERA

di approvare il testo della Mozione n. 193 concernente la chiusura notturna del pronto soccorso

dell’ospedale di Abbiategrasso e conseguente depotenziamento del medesimo, nel testo che così

recita:

“Il Consiglio regionale della Lombardia

considerato che

in data 15 luglio 2009 è stato aperto alla cittadinanza il nuovo pronto soccorso di Abbiategrasso,

una struttura all’avanguardia e dotata delle più moderne strumentazioni;

in data 12 dicembre 2016, tuttavia, con l’approvazione del Piano di organizzazione aziendale

strategico della Regione Lombardia (POAS), è stata determinata la sospensione dell’attività del

pronto soccorso dell’ospedale Cantù di Abbiategrasso nella fascia oraria compresa tra le ore

20.00 e le ore 8.00;

l’ospedale Cantù è sito nell’area Abbiatense (un’area di 207 kmq, la più estesa della provincia di

Milano), che comprende 15 comuni e un bacino di utenza di 83 mila abitanti; prima

dell’approvazione del Piano di organizzazione aziendale strategico, l’utenza comprendeva anche

gli abitanti di Trezzano e Corsico, raggiungendo i 155 mila abitanti, comuni che, attualmente, si

trovano in enorme difficoltà perché annessi alla struttura di Garbagnate, irraggiungibile con i

mezzi;

rilevato che

la decisione della chiusura notturna del pronto soccorso di Abbiategrasso non ha tenuto conto

della volontà dei 15 sindaci delle amministrazioni comunali presenti nell’area Abbiatense, i

quali, a più riprese e in diverse occasioni, anche di rilievo istituzionale – ci si riferisce a

un’audizione avanti alla III Commissione del Consiglio regionale del 17 luglio 2017 – si sono

dichiarati contrari in ragione della vastità del territorio interessato (pari, si rammenta, a 207 kmq)

e della carenza infrastrutturale correlata al raggiungimento del pronto soccorso di Magenta,

indicato come pronto soccorso più vicino;

 la richiesta di riapertura notturna del pronto soccorso di Abbiategrasso è stata avanzata anche

dalla popolazione interessata, mediante la racconta firme di 11.163 cittadini;

 nel corso della X legislatura, in data 22 novembre 2017, la III Commissione Sanità e Politiche

sociali del Consiglio regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità la Mozione n. 777,

avente ad oggetto la “Riapertura del pronto soccorso di Abbiategrasso dalle 20.00 alle 8.00”,

deliberando, altresì, “di invitare il Presidente e la Giunta regionale a mantenere e potenziare i

servizi e le prestazioni attualmente erogate dall’ospedale”;

3

le istanze relative alla riapertura notturna del pronto soccorso dell’ospedale Cantù sono state

nuovamente portate all’attenzione del Consiglio regionale della Lombardia dal sindaco del

comune di Abbiategrasso e dal Presidente dell’assemblea dei sindaci dell’Abbiatense nel corso

dell’audizione avanti alla III Commissione del 10 aprile 2019;

ritenuto che

la scelta della chiusura del pronto soccorso Cantù si adegua alle disposizioni e alle finalità del

decreto ministeriale n. 70 del 2015, che mette al centro il paziente e il rispetto della dignità della

persona; in particolare, l’articolo 2, comma 2, del decreto citato prevede che “I presidi ospedalieri di

base, con bacino di utenza compreso tra 80.000 e 150.000 abitanti, salvo quanto previsto dal

successivo punto 9.2.2, sono strutture dotate di sede di pronto soccorso con la presenza di un

numero limitato di specialità ad ampia diffusione territoriale: medicina interna, chirurgia generale,

ortopedia, anestesia e servizi di supporto in rete di guardia attiva e/o in regime di pronta

disponibilità sulle 24 ore di radiologia, laboratorio, emoteca. Devono essere dotati, inoltre, di letti di

“Osservazione Breve Intensiva.”;

ritenuto, altresì, che

non sia stata rispettata la volontà della III Commissione consiliare espressa tramite la citata mozione

  1. 777;

evidenziato che

i deputati della Lega, Cecchetti e Boniardi, hanno presentato in merito un’interrogazione

parlamentare al Ministro della Salute che chiede se “non ritenga opportuno adottare provvedimenti

di sua competenza, eventualmente anche intervenendo sul regolamento di cui al citato DM 70/2015

al fine di fronteggiare le problematiche esposte in premessa”;

invita il Presidente e la Giunta regionale

a garantire la sicurezza dei pazienti con personale adeguato, chiedendo la deroga al DM 70/2015,

e a riaprire il pronto soccorso di Abbiategrasso nella fascia oraria compresa tra le ore 20:00 e le

ore 8:00;

a mantenere e potenziare i servizi e le prestazioni attualmente erogate dall’ospedale;

a sollecitare il Ministro della Salute a dare pronta risposta all’interrogazione parlamentare

presentata dalla Lega sull’argomento.”.

IL VICE PRESIDENTE

(f.to Francesca Attilia Brianza)

I CONSIGLIERI SEGRETARI

(f.to Giovanni Francesco Malanchini)

(f.to Dario Violi)

IL SEGRETARIO

DELL’ASSEMBLEA CONSILIARE

(f.to Silvana Magnabosco)

Views: 70