GAGGIANO – Sono accusati di aver rubato 8.700 litri di benzina in 4 mesi, tra l’8 gennaio e il 9
aprile del 2018. 4.000 litri sottratti da gennaio a marzo del 2018 al distributore di Segrate in via
Rivoltana e 4.700 tra gennaio e aprile dello stesso anno presso il distributore di Gaggiano lungo la
strada Vigevanese. Si tratta di due uomini, un padre e un figlio, rispettivamente di 66 e 34 anni,
residenti a Romentino in provincia di Novara. Le indagini sono condotte dalla stazione dei
Carabinieri di Milano Barona: i militari hanno accertato la responsabilità del padre in tutti i furti. Al
figlio viene invece contestato un solo furto, avvenuto a Gaggiano, nel corso del quale erano stati
sottratti 300 litri di carburante. Così mettevano a segno il colpo: dopo aver inserito piccole somme
di denaro per far partire il rifornimento, bloccavano le pompe con una calamita che continuava a
erogare carburante anche una volta raggiunto l’importo pagato, riempiendo molte taniche. Un
trucchetto che però è stato smascherato dalle telecamere di sorveglianza che hanno probabilmente
sottovaluto pensando che non riprendessero ogni movimento. Hanno agito a volto scoperto, a bordo
di una Fiat Croma e di una Opel Frontera. Per il padre sono scattati gli arresti domiciliari, mentre il
figlio dovrà sottoporsi all’obbligo di firma. A far partire le indagini le denunce dei gestori dei
distributori, che si sono accorti degli incredibili ammanchi nei conti.

Views: 51