ABBIATEGRASSO – Quest’anno si è tenuto nell’affascinante cortile del Castello Visconteo, stracolmo di gente, il tradizionale concerto “Penne e Piume al vento”, organizzato dal Gruppo Alpini e dalla Sezione Bersaglieri di Abbiategrasso, per celebrare degnamente il 100^ anniversario della fine della Grande Guerra e la ricorrenza della Festa della Repubblica. Già al mattino di sabato 2 giugno le Associazioni Combattentistiche e d’Arma avevano reso omaggio ai Caduti, unitamente alle Autorità Cittadine. Hanno fatto gli onori di casa il Presidente di Sezione Bers.  Cav. OraziantonioPavesi e il Presidente Onorario Cav. di Gran Croce, Ufficiale Superiore nei Bersaglieri, Ambrogio Locatelli. Graditi ospiti il sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai, il vicesindaco Roberto Albetti e l’assessore Beatrice Poggi. “Ci hanno inoltre onorati, per il prestigio ed il privilegio che ci riservano il nostro Presidente Nazionale Onorario Bers. Gen. C.A. Bers. Benito Pochesci, il vicepresidente Regionale Bers. Cav. Pietro Ceriotti, il Presidente Provinciale Bers. Cav. Angelo Crivelli, il Presidente di Asso ArmaMdL Giuseppe Cerri e il Capo Gruppo dell’Associazione Alpini Cav. Alfonso Latino. Molto gradita la presenzadell’Assessora alla legalità del Comune di Mediglia, la gentile sig.ra Rosa Simone, che indossava il cappello piumato, che non è nuova tra noi. – raccontano i Bersaglieri abbiatensi – Prima dell’inizio del concerto, il capogruppo degli Alpini, il Presidente di AssoArma unitamente al nostro Presidente di Sezione hanno fatto una piacevole sorpresa all’emozionatissimo Presidente Onorario Cav. di Gran Croce Ambrogio Locatelli, donandogli una borsa porta onorificenze, a seguito del furto,da lui patito, della valigia contenente il suo storico e logoro cappello piumato del 1959, le decorazioni militari e le numerose ed importanti onorificenze di cui è stato insignito nel corso degli anni per le sue molteplici attività in campo associativo e professionale. La Fanfara ha quindi eseguito, agli ordini della straordinaria tromba del Capo fanfara Bers. Calogero Lanzalaco, ininterrottamente, ben 15 brani musicali, entusiasmando il pubblico presente che ha ricambiato con ripetuti e fragorosi applausi. Evento gratificante per la Fanfara, la consegna di un Attestato di Benemerenza da parte della Presidenza Provinciale dei Bersaglieri. Entusiasmante e momento di vera emozione, l’esecuzione del ‘silenzio fuori ordinanza’, magistralmente eseguita dal Capo Fanfara, dal ballatoio del Castello Visconteo. Al termine del concerto, la Fanfara, con il Coro degli Alpini, posizionati davanti al palco, hanno suonato e cantato l’Inno di Mameli, concludendo così quello che è stata una serata molto riuscita ed apprezzata”.

Views: 17