GAGGIANO – La “Notte Bianca”, svoltasi nella serata di sabato 15 luglio, ha coinvolto un numero incontenibile di persone provenienti dai paesi limitrofi ma anche da fuori provincia, per partecipare a quella che è definita la “regina delle notti bianche”, uno degli eventi estivi più belli dell’Hinterland Milanese. Numerose iniziative musicali e diversi spettacoli concentrati in un’unica serata principalmente estesa lungo le due strade parallele al corso d’acqua del Naviglio. Già dalle 19.30 hanno avuto inizio gli spettacoli in piazza Daccò, dove si sono esibiti gli atleti di Arti Marziali della scuola Asd Krav Maga, “Elios Danza” che ha proposto le danze medio-orientali e l’associazione di Twirling di Gaggiano, fino a mezzanotte inoltrata invece la “Scuola Sueno Latino” ha trasmesso musica latino-americana. In piazza Ferraroni ha avuto luogo un originale torneo di calcio balilla. Ma oltre agli spettacoli, ai laboratori per bambini e alle danze hip hop, protagonista indiscussa è stata anche la musica, un’organizzazione che comprendeva ben dieci complessi disseminati in tutto il centro, tra stili completamente diversi: dalla band dei “Lizberries” in via Roma, fortemente influenzati dalla famosa band dei “Cranberries”, fino all’altra sponda del Naviglio, dove uno speciale dj set a cura di Max Dj ha fatto ballare giovani e meno giovani per tutta la serata, un mix perfetto tra musica anni novanta e quella dei giorni nostri, creando l’atmosfera di una discoteca all’aperto. Tra le iniziative più originali sicuramente rientra la “Mini Crociera lungo il Naviglio”: è stato possibile effettuare una “passeggiata” alternativa a bordo di un battello, messo a disposizione da “Navigare in Lombardia”, lungo il Naviglio, tra le sponde affollate di Gaggiano. Considerando l’elevata importanza della Notte Bianca gaggianese, non potevano mancare gli stand estesi lungo il corso del Naviglio; per tutta via Roma e via Gozzadini, infatti, in grande quantità erano allestiti stand provenienti da tutta Italia che offrivano birra e cibo di qualsiasi tipologia: paella, le classiche salamelle, sangria, ma anche panzerotti, arancini e cannoli siciliani, porchetta proposta dall’originalissima bancarella del locale “Il padrino” di Trezzano sul Navigli. Oltre alle bancarelle alimentari erano presenti anche numerosi commercianti della zona o semplici bancarelle promozionali, come quella della palestra abbiatense “BigGym” o lo stand dell’associazione “Libera” contro le mafie, che promuove la legalità e la giustizia civile contro il grave fenomeno. Una serata unica, dunque, che si è conclusa in modo altrettanto spettacolare con l’esplosione dei fuochi pirotecnici a mezzanotte, scoppiati proprio nel mezzo del Naviglio e che hanno tenuto incollati al cielo gli sguardi dei presenti grazie a deflagrazioni colorate e suggestive. E per chi non avesse potuto partecipare fondamentale è stato il ruolo dei Social Network: nel gruppo Facebook “Sei di Gaggiano se…” gli amministratori si sono destreggiati con varie dirette video affinché tutti potessero assistere alla grande festa di Gaggiano. I.S.

Hits: 920