ABBIATEGRASSO – E’ stata presentata lunedì la nuova stagione della rassegna teatrale del circuito Teatro

dei Navigli, “Incontroscena”, sotto la direzione artistica di Luca Cairati. Come ricordato dall’assessore alla

Cultura Daniela Colla, si tratta di un appuntamento che c’è da diversi anni e nel quale le Amministrazioni

comunali di Abbiategrasso, Magenta e del territorio hanno il merito di aver creduto, sostenendolo e

mantenendolo vivo nel tempo. Dopo che la Provincia “è venuta a mancare”, ancor più merito alle

Amministrazioni che sono riuscite a mantenere questo impegno al di là degli schieramenti politici, “frutto

della passione, dell’amore per il teatro, della tenacia e della buona volontà di farlo conoscere e di fare

qualcosa che rimanesse anche dopo…” “Incontroscena” è una interessante e variegata rassegna teatrale

che coinvolge tutto il territorio ed è grazie ai rapporti di sinergica collaborazione che questa proposta

culturale diventa di anno in anno sempre più ricca. Con il Comune di Magenta si è creato un rapporto

importante, “con Abbiategrasso si lavora molto bene, – ha detto il sindaco Marco Invernizzi citando anche

le esperienze delle ‘giunte congiunte’ – la cultura fa da ‘apripista’. Qualche giorno fa ci siamo incontrati con

i sindaci dell’abbiatense-magentino e castanese per parlare di temi importanti per la zona. Collaborare su

grandi temi sta diventando un’abitudine, nella logica della zona omogenea… Incontroscena l’anno scorso ha

dato frutti notevoli, quest’anno con lo stesso budget abbiamo più spettacoli, anche grazie alla capacità

organizzativa e selettiva di Luca Cairati: la qualità c’è. La cultura va sempre sostenuta, è l’unico veicolo per il

miglioramento della qualità della vita individuale e collettiva. Cittadini di qualità fanno una città di qualità e

un Paese migliore. Il futuro, anche economico, è nella cultura”. Il sindaco Pierluigi Arrara, dopo aver

sottolineato la proficua collaborazione con Magenta anche su temi importanti come la sanità e

l’immigrazione e dopo aver ricordato che anche la Scuola di Teatro all’Annunciata sta dando ottimi frutti

(oltre 100 gli iscritti), ha però messo in evidenza una grossa mancanza per Abbiategrasso, che da vent’anni

circa non ha un teatro degno di questo nome. “La differenza tra Abbiategrasso e Magenta, è che Magenta

ha il ‘Lirico’. Questo è quello che ci manca davvero. Per una città delle nostre dimensioni, non va bene non

avere un teatro”. Una proposta, una provocazione lanciata dal sindaco Arrara è quella di trasformare

temporaneamente la ex chiesa dell’Annunciata in un teatro, magari con attrezzatura mobile, una platea e

un palco rimovibili per rispondere ad una richiesta, un’esigenza forte degli abbiatensi. Ha chiesto la

collaborazione, vista la grande esperienza e competenza, di Luca Cairati, che si è mostrato da subito

disponibile per trovare delle soluzioni. “Ci sono le caratteristiche per farlo – ha risposto Cairati – si può

creare nell’ex chiesa un vero ‘gioiello scenico, dove poter respirare cultura e teatro’”. Anche l’assessore

Colla ha ben accolto questa idea “perché no? In questi anni si è cercato di supplire alla mancanza di un

teatro, scegliendo luoghi particolari e affascinanti per le rappresentazioni teatrali, tra cui anche

l’Annunciata, dove si sono svolte anche manifestazioni musicali (se si pensa ad esempio all’Accademia

Musicale dell’Annunciata). Fare un teatro rafforza questa sua vocazione, un’essenza che va soltanto

migliorata e portata alla luce”. Cairati si è poi concentrato sulla presentazione degli spettacoli della

rassegna, un “percorso folle e visionario… un cammino verso uno spazio non definito, così come deve

essere il teatro”. Incontroscena ad Abbiategrasso si apre con uno spettacolo comico, in scena Max Pisu il 25

ottobre alle 21 al Cineteatro Al Corso con lo spettacolo “Amnesie”, regia di Riccardo Piferi (ingresso 6 €,

info: 348.0136683 – 324.6067434. teatrodeinavigli@gmail.com). La comicità più popolare, unita però ad un

discorso poetico. Un doppio appuntamento dedicato alla danza, particolarmente valorizzata da questa

rassegna aperta a 360 gradi al mondo del teatro: il 25 novembre (Giornata internazionale contro la violenza

sulle donne) Al Corso alle ore 21 “Carmen”, regia di Kuniaki Ida, un omaggio, da una regista donna, alla

forza e alla tenacia delle donne; e il 9 novembre al Lirico di Magenta alle 21 “Carmen / Bolero” di Emanuele

Soavi e Michele Merola (spettacolo gratuito per chi acquista l’abbonamento agli spettacoli di Magenta).

Ancora donne protagoniste nello spettacolo “particolare e forte” del 4 dicembre all’Annunciata, “Sante in

Scena”, Teatro delle Moire. “La missione di Rasputin”, finanziato dall’Ungheria, concilia invece il teatro

multimediale con grandi attori, sotto la regia di Paolo Antonio Simioni (il 15 dicembre all’Annunciata). La

comica Manuela Tadini sbarcherà ad Abbiategrasso il 13 gennaio, mentre il 31 gennaio, sempre Al Corso

alle 21, andrà in scena “Ivan e il Diavolo”, imperdibile, con la regia di Alberto Oliva. Incontroscena riesce

così sapientemente a bilanciare spettacoli comici e di spessore, accontentando un pubblico eterogeneo e

puntando a conquistare sempre un nuovo pubblico per avvicinare più cittadini alla magia del teatro. Per

finire, il 20 aprile, Atir teatro, nel 20° di fondazione, propone “Un alt(r)o Everst”, commovente e

introspettivo. A Magenta il 24 gennaio uno spettacolo con Massimo Dapporto e Tullio Solenghi in “Quei

due”, un momento per ricordare la grande Anna Marchesini…. E tra i vari spettacoli che nei mesi di

febbraio, marzo e aprile animeranno il Lirico (di cui daremo via via notizia) “Rosalyn” con Marina Massironi

e Alessandra Faiella il 27 marzo e, non poteva mancare, Pirandello: “Uno Nessuno Centomila”, regia di

Annig Raimondi, il 12 aprile. La rassegna farà tappa anche a Cisliano, Boffalora Sopra Ticino, Cassinetta di

Lugagnano, Corbetta e Rosate. Biglietto unico 6 €, ridotto per soci teatro dei Navigli 5 €. Spettacoli al Lirico:

biglietto intero 10 €, under 26 – 8 €, studenti (accompagnati da docente) 5 €, abbonamento per 7 spettacoli

50 €. Informazioni su www.teatrodeinavigli.com. Ex convento dell’Annunciata, via Pontida, dal martedì al

sabato dalle 15 alle 19. S.O.

Views: 61