ALBAIRATE – A seguito degli interventi di fine agosto contro lo stazionamento di nomadi presso la
stazione di Albairate e presso la Località Faustina, di cui vi abbiamo dato notizia nello scorso
numero, abbiamo contattato telefonicamente il sindaco di Albairate Flavio Crivellin per un
ulteriore aggiornamento: “Sono stati due interventi necessari, ai quali siamo abituati purtroppo. Il
primo è stato fatto il 21 agosto il Località Faustina, il secondo sabato 24 presso la stazione. La
situazione è attenzionata da noi e dalle forze dell’ordine, certo non credo sia risolta, perlomeno la
considererò tale quando il problema sarà debellato in via definitiva. Non posso parlare di soluzione
fin tanto che si tratti di un semplice allontanamento, tra qualche giorno potrebbero tornare. Se
per la stazione, parlando con Rfi, prefetto e forze dell’ordine, credo si possa arrivare ad una
soluzione fisica con barriere, per quanto concerne la Località Faustina la risoluzione pare più
complicata. Impossibile inserire delle barriere in quel contesto. Stiamo lavorando per trovare una
soluzione; nella mattinata di lunedì 2 settembre ci siamo incontrati con chi di dovere per trovare
un rimedio efficace. I Carabinieri hanno comunque provveduto ad identificare i nomadi e sono in
atto alcune verifiche, oltre ad un costante controllo dei punti caldi. Al momento non sono stati
contestati, o meglio, non sono stati accertati reati gravi contro persone o strutture, il problema
dovrebbe esser limitato ad occupazione di suolo e abbandono di rifiuti. Certo è che questa
situazione sta diventando antipatica, è un continuo rincorrersi. Come Amministrazione stiamo
facendo il possibile per collaborare e trovare una soluzione definitiva . Luca Cianflone

Views: 120