CASSINETTA DI LUGAGNANOIl 44enne Michele Bona, ex assessore con la seconda amministrazione Finiguerra ed ex vice sindaco della giunta Accinasio, sarà il candidato alla poltrona di ‘borgomastro’ con la lista civica Per Cassinetta. Con lui otto candidati, alcuni alla loro prima esperienza, altri membri della passata amministrazione: Matteo Pinaroli, Daniele Cappellaro, Ernesto Collino, Ilaria Oggioni, Naomi Contiero, Enea Radice, Alice Oggioni, Paola Ornati. Tutti “volontari civici” come li definisce Bona, tutti con tanta voglia di fare partendo da piccoli – grandi progetti vicini alla quotidianità. Perché ha deciso di candidarsi a sindaco? “Per poter continuare il lavoro intrapreso da chi ci ha preceduto sotto il simbolo della Lista Civica Per Cassinetta. Credo che la Politica con la P maiuscola sia quella che abbiamo fatto con la nostra lista che, lontana dai partiti, ha portato Cassinetta ad essere, in generale, un esempio di buona amministrazione”. Da quali ambienti arrivano i candidati della sua lista? “Sono persone che a Cassinetta vivono o lavorano da tempo, persone che conoscono e vivono in prima persona il proprio territorio e il proprio comune. Dal proprietario di un’azienda agricola cassinettese, a chi lavora nel campo dell’educazione e nel volontariato con gli stranieri, da chi si occupa di cultura e legalità a chi è anche attivo a Cassinetta come guida turistica volontaria, a chi lavora con l’associazionismo. Abbiamo i numeri e le competenze per coprire differenti aree di sviluppo progettuale che sono parte del nostro programma”. Quali sono i problemi più urgenti da risolvere a Cassinetta o questioni che la giunta Accinasio non è riuscita a completare? “Ci sono il progetto relativo al riscatto dell’illuminazione pubblica per trasformare Cassinetta in una led city, il PGT che deve essere rivisto mantenendo l’impostazione ‘a crescita zero’, c’è la partita da giocare con Navigli Lombardi per la sistemazione delle sponde e una verifica dei fondali che, a causa del lavori eseguiti per Expo, quest’anno hanno innalzato il livello del Naviglio allagando scantinati e parte del parco comunale”. Milena Bertani, forte della sua esperienza regionale, propone di chiedere un assist progettuale a Regione Lombardia soprattutto per il turismo: alla luce della sua esperienza amministrativa, come valuta questa iniziativa della sua sfidante? “La Bertani parla di rilancio del turismo: di certo dovrà riflettere su quanto una superstrada, progetto che intende avallare, sia in completa antitesi con la parola Turismo. Sicuramente avere una giunta regionale ‘amica’ per la Bertani può aiutare, ma abbiamo dimostrato che non serve andare molto lontano per cercare finanziamenti. Senza assist regionale abbiamo aperto, in collaborazione con la Proloco, l’Ufficio del Turismo, così come siamo entrati a far parte dei Borghi più Belli d’Italia. Abbiamo vinto un bando Cariplo facendo rete con altri comuni per il riscatto dell’illuminazione pubblica da Enel che permetterà un risparmio dell’80%; sempre con Cariplo, il comune di Albairate e LibLab srl abbiamo vinto un altro bando per il progetto ‘Terra e cibo’, infine stiamo aspettando l’esito della partecipazione per un bando regionale dedicato agli orti sociali. C’è chi viene a Cassinetta non solo per cenare all’Osteria del Ponte, ma anche per sposarsi scegliendo il nostro comune per ciò che rappresenta in termini di difesa del territorio e delle bellezze naturali che lo circondano”. A Cassinetta è più importante pensare “in piccolo” o “in grande”? “E’ partendo dalle piccole cose che si diventa grandi. Ai Cassinettesi interessa che i servizi alla persona siano mantenuti, che la spesa per il sociale e il diritto allo studio sia una voce importante del bilancio, che la pressione fiscale sia bassa, che le manutenzioni nel paese vengano fatte, che il proprio territorio sia salvaguardato, il turismo rilanciato. Tutto questo è stato realizzato e continuerà ad esserlo. Poi è possibile anche pensare in grande e realizzare progetti più sfidanti, come abbiamo fatto mettendo il wifi gratuito al parco comunale e in biblioteca, così come connettere a costo zero tutti gli uffici comunali e le nostre scuole grazie ad un accordo con un operatore della zona”. Dal 14 maggio e per tutti i weekend pre elettorali Bona e i suoi saranno presenti in via Roma con un banchetto per presentarsi e incontrare i cittadini mentre sulla pagina FB è già possibile consultare il programma della lista civica. Simona Borgatti

 

Views: 398