ABBIATEGRASSO – Il Natale 2018 è già passato, volato come un fiocco di neve sospinto dallo sbuffo di Eolo… e proprio nella settimana della ripartenza del nuovo anno lavorativo, vi vorremmo riportare alle serate pre-natalizie, quando tutto aveva da iniziare… Era il 21 dicembre 2018 e le nostre giornate erano impregnate degli odori, dei colori, delle luci e soprattutto dei suoni del Natale ormai vicinissimo. Nella serata del 21 dicembre Abbiategrasso ha regalato ai suoi cittadini una serata in musica, musica per tutti i gusti. Nella Chiesa di Santa Maria Nuova s’è tenuto il concerto di Natale offerto dal Lions Club abbiatense, un concerto di musica classica dal titolo: “Dolce Musica Schubert-Beethoven”dell’orchestra ContrArco, Direttore Roberto Perata. Classiche esecuzioni delle opere dei due compositori, eseguite da un’orchestra composta da 45 musicisti. Contemporaneamente, anzi, all’unisono con questa serata, presso l’ex Convento dell’Annunciata s’è tenuto il concerto del Coro Costantino intitolato “Nel blu dipinto di blu” con la direzione artistica di Alba Beretta e Ivan Donati. Se il primo ha allietato il pubblico con brani della musica classica, quest’ultimo concerto ha ripercorso, riadattato e raccontato brani della musica pop italiana. Naturalmente “pop” sta per popolare, musica che piace al popolo, ed è per questo motivo che il pubblico è accorso numeroso e ha interamente riempito l’Auditorium. La musica popolare non va intesa come “semplice” in senso riduttivo, ma capace di comunicare concetti anche complessi in modo diretto e di facile comprensione. Per farlo bene e in modo serio, non cadendo nella banalità, occorre esser grandi artisti, ecco, il Coro Costantino ha deliziato i presenti riproponendo canzoni tra le più belle, conosciute e amate, in poche parole “pop” , degli ultimi decenni. De Andrè, Celentano, Milva, Vecchioni, naturalmente Modugno hanno allietato le orecchie degli spettatori, coinvolgendoli nella musica, canzoni che sicuramente hanno fatto da colonna sonora della nostra vita sin da quando eravamo piccoli. Prima di ogni brano Ivan Donati, sia sul palco che al piano, ne condivideva informazioni e curiosità, permettendo allo spettatore di entrare in sintonia con il pezzo e con il contesto storico e sociale dello stesso. Così, trasportati e trascinati da un brano all’altro, il tempo è volato, quasi senza accorgersene ci si ritrovava a tenere il tempo con le mani e a canticchiare insieme all’impeccabile coro. Esecuzioni allegre, vivaci e precise, apprezzabili gli adattamenti dei brani, tutti per una voce, ad esecuzioni corali, che hanno preparato tutti ad un Natale ricco di sorrisi e condivisione. Nota che contraddistingue da sempre il Coro Costantino, il sociale e la beneficenza. Oltre all’impegno costante del in associazioni, ospedali, carceri eccetera, apprezzata l’esortazione accorata di Alba Beretta affinchè si faccia di tutto per salvare l’ospedale di Abbiategrasso. Una serata spensierata ed impegnata allo stesso tempo, toccati temi importanti ma con semplicità in un clima di condivisione e divertimento, in pratica Ivan Donati, Alba Beretta e tutti i loro colleghi del Coro Costantino ci hanno regalato una magica serata “Pop”! L.C.

Views: 118