ABBIATEGRASSO – La bicicletta è stata una invenzione “rivoluzionaria” e tale resta anche oggi, a un secolo e mezzo circa dalla sua nascita. Ha rapidamente conquistato tutto il mondo, dimostrandosi un mezzo di trasporto efficace, efficiente ed economico. L’evoluzione tecnologica e i cambiamenti estetici non ne hanno cambiato l’essenza, che di fatto è rimasta sempre la stessa: due ruote, due pedali, una sella e un manubrio. La mostra fotografica, organizzata da FIAB Abbiateinbici nei sotterranei del Castello Visconteo di Abbiategrasso il 14 e 15 settembre, propone una raccolta di fotografie che documentano l’uso della bici in Italia ai primi del ‘900 (per gentile concessione dell’archivio storico del Touring Club Italiano) e ad Abbiategrasso tra gli anni ’20 e ’70 del secolo scorso (“Collezione Rosetta” – Biblioteca R. Brambilla, assessorato alla Cultura di Abbiategrasso). I visitatori potranno seguire in un affascinante percorso umano e culturale i cambiamenti dell’Italia e di Abbiategrasso in quegli anni, quando la bici si usava in pace e in guerra, per lavoro e per svago, e ritrovare elementi di una geografia urbana ora perduta. Alla mostra, che è parte degli eventi promossi da FIAB Abbiateinbici in occasione della Settimana Europea della Mobilità, farà seguito, giovedì 19 alle 21 nella sala consiliare del Castello, l’incontro “In bici e a piedi è meglio”. Dedicato a tutti coloro che amano camminare e/o pedalare, presenterà i vantaggi del movimento attivo da diversi punti di vista: un trekking nelle isole Eolie, in bici e a piedi per stare bene, la sperimentazione “TrentaMi” a Milano, Bike smiles per Gaggiano, ciclovie e cammini nell’Abbiatense. Info dettagliate su tutte le iniziative in programma su www.abbiateinbici.itwww.milanobikecity.itwww.settimanaeuropeafiab.it/eventi.php.

Views: 40