GAGGIANO – Domenica 20 settembre appuntamento con il circuito ciclo-pedonale “Acqua, riso e biodiversità. A Gaggiano, lungo il Naviglio Grande e tra le cascine” inserito tra i percorsi proposti nell’ambito di VIA LATTEA, il progetto ideato e organizzato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con EXPO 2015 S.p.A., per promuovere e valorizzare l’agricoltura lombarda. Il suggestivo itinerario, che sarà possibile percorrere a piedi o in bicicletta, per intero o in parte, dalle ore 9.30 alle 18.30, è inserito nel calendario di eventi Expo in città e avrà come temi principali l’acqua e la coltura del riso. L’elemento che contraddistingue Gaggiano sono infatti le acque purissime di fonti risorgive che hanno reso la pianura lombarda tra le più fertili d’Europa. La coltura del riso ha caratterizzato la zona tanto da rendere il territorio milanese un centro di primaria importanza per il commercio in Italia e in Europa. Lungo i 20 km del percorso – con partenza dal Piazzale della Chiesa di Sant’Invenzio a Gaggiano (dove sarà possibile noleggiare alcune biciclette a fronte di un contributo minimo di 10 €) – si potrà godere dell’architettura tipica dei luoghi: dalla cascina, l’azienda agricola per eccellenza, alla certosa, testimonianza dell’organizzazione monastica rinascimentale. In passato a Gaggiano l’abbondanza di acqua ha dato vita a una fiorente economia agricola, che ha dato slancio a quella industriale, ma l’equilibrio che da sempre caratterizza la pianura è stato comunque salvaguardato. La prima delle 10 tappe proposte offrirà l’opportunità di visitare la corte e l’ala disabitata di Villa Marino, che la tradizione popolare indica come dimora estiva del finanziere genovese Tomaso Marino, proprietario di Palazzo Marino a Milano. Qui sarà anche possibile acquistare prodotti presso lo spaccio agricolo e informarsi sulle fasi del ciclo di produzione del riso. A seguire sosta alla Cascina Marianna – con vendita diretta di riso, polenta, formaggi e altri prodotti e punto di ristoro (menù con tagliere di salumi e formaggi o, alle ore 13, risotto con polenta al costo di 6 €) – e alla Cappella della Madonna del Dosso, chiesetta di origini medioevali, luogo di incontro di agricoltori citato già in documenti del 1272 e ancora oggi luogo di grande devozione da parte degli abitanti del territorio. Proseguendo l’itinerario si arriverà al Lago Boscaccio, bacino artificiale alimentato da numerose risorgive di acqua purissima, nato grazie a un importante progetto di recupero ambientale e dove si crea un habitat tipico della pianura lombarda, naturale e omogeneo con il territorio. In occasione di Via Lattea saranno proposte visite guidate su prenotazione alla stazione ornitologica per scoprire la fauna del lago, speciali percorsi guidati in bicicletta all’interno dell’oasi per scoprirne la natura e per i più piccoli, su prenotazione, navigazione su lago con la barca vichinga. Le tappe successive saranno la Cascina Grande, già citata nel catasto teresiano del 1772 come proprietà dei Conti Archinto, dove sarà presente un punto di ristoro (menù con risotto alla parmigiana, salame, frittata, formaggi e torta con farina di riso al costo di 7 €), e la Certosa di Vigano, in origine castello eretto intorno all’anno 900 poi trasformato in convento dopo la cessione alla Certosa di Pavia nel 1400: qui verranno organizzati visite guidate per scoprire gli interni della Certosa e gli splendidi affreschi del 1578 opera di Aurelio e Giovan Pietro Luini, degustazioni di Grana Padano e spettacoli di musica e poesia rinascimentale con il Gruppo Vocale Chanson d’Aube. Le ultime soste permetteranno ai partecipanti di scoprire le bellezze e i prodotti genuini di quattro importanti cascine del territorio: la Cascina Guzzafame, che proporrà la visita all’azienda zootecnica e un laboratorio di produzione del formaggio e dove sarà possibile ristorarsi con piatti a base di prodotti della cascina (al costo di 8 €); la Cascina San Pietro, dove vengono allevati bovini e dove nel corso della giornata si potrà assistere alla mungitura delle vacche e alla preparazione del formaggio; la Cascina Montano, monastero benedettino femminile trasformato nel 1325 in abitazione agricola e dove ancora oggi si produce e vende riso; infine la Cascina Carbonizza, nelle cui adiacenze si trova il Fontanile Riccardi: qui sarà possibile godere della particolare atmosfera di integrazione che gli animali lasciati liberi donano all’ambiente, oltre che acquistare latte, uova, miele e salumi di produzione propria.VIA LATTEA è un progetto quinquennale organizzato dal FAI – Fondo Ambiente Italiano con Expo 2015 S.p.A., con il sostegno della Camera di Commercio di Milano e con il Patrocinio di Regione Lombardia, Città metropolitana di Milano, Parco Agricolo Sud Milano, Comune di Milano e Comune di Gaggiano, in collaborazione con Confagricoltura Lombardia, Coldiretti Lombardia, Copagri e FIAB onlus.
VIA LATTEA è realizzata grazie al prezioso contributo di Ferrarelle, acqua ufficiale del FAI e marchio italiano sempre attento ai temi della sostenibilità ambientale come dimostrato dal progetto di valorizzazione del Parco Sorgenti di Riardo realizzato insieme alla Fondazione. Ferrarelle rinnova così la consolidata amicizia con il FAI sostenendo per la prima volta questo progetto in qualità di main sponsor. Via Lattea è un Evento Expo in città.
Grazie a: Slow food Lombardia, Navigli Lombardi, Associazione Mambre, Natura Boscaccio e GOL – Gruppo Ornitologico Lombardo. Per ulteriori informazioni e programma completo:
www.faivialattea.it – tel. 02.4676151; vialattea@fondoambiente.it.

Views: 48