ABBIATENSE – Sempre più protagonista il Naviglio Grande, il nostro canale navigabile che prende acqua dal fiume Ticino a Tornavento e arriva fino alla Darsena di Porta Ticinese a Milano, un percorso di circa 50 km. A Turbigo sabato 21 luglio la divertentissima regata delle barche in cartone, costruite dai partecipanti con cartone e nastro adesivo, tra gli organizzatori l’abbiatense Antonio Monteduro. L’obiettivo era navigare per 150 metri, nel minor tempo possibile senza affondare. Una competizione che è diventata una grande festa a cui hanno assistito migliaia di persone. Sportivissimo il sindaco Christian Garavaglia, immortalato a torso nudo con la fascia tricolore mentre rema a bordo, con un assessore, della barca-scatola che ha chiamato “Quelli del Comune”. Ma non è finita lì, un concorrente della stessa competizione, Franco Noè, 70enne castanese, una settimana dopo ha concluso un’impresa ancora più incredibile, ha costruito infatti un’altra barca di cartone con cui è partito, a bordo anche l’esperta canoista Gemma Romera Jordin, da Castelletto di Cuggiono e, in 7 ore, tante quante occorrevano ai barconi che portavanoun tempo la sabbia, è arrivato alla Darsena di Milano. La “Carton boat race” ovvero la regata con barche realizzate in cartone, stupisce, entusiasma, coinvolge partecipanti e spettatori. Una sfida che, non è difficile prevedere, diventerà sempre più frequente con apposite regate o singole prove, sui nostri corsi d’acqua. E.G.

Views: 22