ABBIATEGRASSO – Chi è Federico Taglietti? Si presenti per favore. “Sono nato a Rovato (BS) il 17.11.1930 da Luigi Taglietti nato nel 1887 e morto il 19.03.1948 di professione idraulico con l’hobby della caccia e pompiere volontario, unico idraulico in un circondario di 10 comuni e da Giuseppa Gasparotti nata nel 1889 e morta nel 1975 che ha allevato 7 figli: Cesara, Francesco, Giacomo morto da bambino, Orsola, Giacomo, Giulia e Federico. Mia mamma aveva un negozio di casalinghi. Ho frequentato le scuole medie e le superiori presso la Scuola Agraria Bonsignori di Remedello, in provincia di Brescia dove insegnavano professori con una notevole preparazione che nella vita mi è servito moltissimo. Diplomato nel 1950 Perito Agrario, dopo aver aiutato i fratelli nell’azienda idraulica, nel 1951 sono stato chiamato a fare il militare a Palermo poi sono stato mandato a Bracciano per partecipare ad un corso di topografo, ed essendomi posizionato nei primi 5 posti, sono stato mandato a Milano presso la Caserma Perrucchetti. Successivamente mi hanno inviato in varie località per fare rilievi con altri due colleghi topografi sul Monte Penice, Udine, Pordenone, Sacile e paesi limitrofi. Terminato il periodo militare nel 1952, rientrato a casa, ho avuto l’incarico di vice capocantiere dal Ministero del Lavoro a Provaglio dove sono andato per circa 8 mesi, ogni mattina facendo 12 km in bicicletta, proseguendo poi a piedi per altri. Circa 40 minuti in montagna dove avevo alle mie dipendenze circa 50 operai che dovevano sistemare una strada di montagna e fare del rimboschimento”. Una vita faticosa con incarichi di responsabilità… “Dopo questo incarico ho collaborato qualche mese con l’Ufficio locale degli agricoltori a cui è seguita  la partecipazione a corsi per Segretario di zona della Coltivatori diretti a Roma per un mese. Avendo avuto l’idoneità, sono stato mandato a Verona per fare pratica. Superata anche questa prova, essendo libero un posto in provincia di Milano, nel novembre 1954 ho preso servizio nella sede di Milano, venendo ad Abbiategrasso nei giorni di mercato. Nel 1955 ho avuto l’incarico di Segretario di zona di 28 comuni dell’Abbiatense e del Binaschino. Fu un periodo molto duro in quanto ogni sera dovevo uscire con un collaboratore che conosceva la zona con un motorino Guzzino, nei vari comuni della zona per spiegare l’importanza della mutua ai coltivatori diretti e poi della pensione, delle nuove leggi, dei contratti agrari, dell’importanza di riunirsi in Consorzi o Cooperative per la vendita del latte. Sono stato Segretario e Dirigente della Coltivatori Diretti dal 1954 al 1990”. Passiamo anche alla vita privata, nel frattempo si è innamorato… “E’ vero, nel 1958 sono convolato a nozze con Maria Luisa Dell’Acqua, nel settembre dello stesso anno è nata morta Angela, il 4.05.1961 è nato Marco e l’1.08.1965 è nata Angela Maria.” Ma sono numerose anche cariche e incarichi politici… “Nel 1961 sono come incaricato politico, Segretario di zona della Democrazia Cristiana e Consigliere Comunale di Abbiategrasso. Nel 1965 rieletto Consigliere Comunale e nel 1966 nominato vice Sindaco con l’incarico alle finanze ad alla scuola. Il periodo in cui feci il vice Sindaco fu particolarmente proficuo, riassumo la realizzazione di numerose opere: depuratore delle acque, inceneritore, il primo tratto della fossa Viscontea, rifacimento di lunghi tratti delle fognature, Asilo di via Galimberti, ampliamento scuole elementari di via F.lli di Dio, circonvallazione verso Albairate. Sono poi stato nominato Consigliere dell’Ospedale di Abbiategrasso con l’incarico della sovraintendenza al completamento della 2^ ala dello stesso”. Non sono mancati i riconoscimenti… “Negli anni 1970 sono stato nominato prima Cavaliere, poi Cavaliere Ufficiale, quindi nel 1974 Commendatore dal Presidente della Repubblica. Il 2 dicembre 1979 ho ricevuto una medaglia d’oro dalla Camera di Commercio di Milano per il lavoro lodevole fatto alla Coltivatori Diretti. Arrivano anche 2 medaglie d’oro per la 50^ e 75^ donazione di sangue. Negli anni 1977 fino al 1983 circa sono stato nominato prima Presidente del Consiglio di Istituto di Magenta, poi come Commissario e Presidente della sezione staccata di Abbiategrasso, diventata poi autonoma con il nome di Bachelet. Il 31.02.1985 medaglia d’oro dalla Camera di Commercio di Milano quale assiduo componente della commissione burro e formaggi. Nello stesso anno medaglia d’oro dalla Camera di Commercio. Il 7.03.1985 ho ricevuto medaglia d’oro come fondatore della Cooperativa latte Abbiatense. Il 7.01.1988 improvvisamente è mancata mia moglie Maria Luisa Dell’Acqua, mamma di Marco e Angela. Per due legislature, fino al 1992, Consigliere delegato alle Finanze e al Bilancio del Parco del Ticino. Dal 1970 al 1986 Consigliere dell’Eca di Milano, nominato dal consiglio comunale di Milano con la delega di consigliere delegato dell’Istituto Golgi di Abbiategrasso. Presidente dell’Amaga per quasi due legislature fino al giugno 1992, incarico che mi ha dato notevoli soddisfazioni e che ci ha permesso di rifare tutte le reti del gas e dell’acqua e di estendere il servizio alle periferie ed alle cascine, di costruire la nuova sede e di perforare nuovi pozzi grazie alla notevole capacità dell’allora Direttore geom. Perego. L’1.01.1991 nasce Federica, 25.05.1995 nasce Giacomo, miei nipoti figli di Marco ed Elisabetta, 31.07.1995 Riccardo, mio nipote figlio di Angela e Maurizio. Nel 1991 mi sono unito in matrimonio con Lidia Farina. Dopo il giugno 1992 ho cessato ogni attività pubblica, dedicandomi al volontariato presso l’Istituto Golgi, dove ho favorito alcune importanti iniziative fra cui l’ospedale diurno e l’istituzione di ambulatori geriatrici in vari comuni. Nel novembre 2010 ai miei 80 anni, un riconoscimento con medaglia d’oro dalla Coltivatori Diretti”. Ora festeggia i 90 ma, una vita intensa, dedicata alla famiglia ma anche alla politica e al sociale e… ancora non ha smesso di fare appelli, di intervenire, anche attraverso l’Eco della Città,  per difendere i più deboli, per chiedere adeguati servizi. Interventi preziosi per tutta la collettività che La ringrazia e Le augura per martedì 17 novembre tantissimi, calorosi, affettuosi AUGURI di buon compleanno!”. E.G.

Views: 333