ABBIATEGRASSO – Venerdì 19 ottobre, alle ore 21.00, all’interno della
Basilica di Santa Maria Nuova in via Borsani, avrà luogo un evento
speciale: a due anni dalla presentazione del progetto Imagines
Memoriae e a dodici mesi dallo svelamento dei primi due quadri
restaurati, San Carlo Borromeo e Mons. Francesco Piatti, altre quattro
tele verranno riconsegnate alla cura della comunità.
Il progetto di recupero della Quadreria di Santa Maria Nuova, con
l’innovativa modalità del “laboratorio aperto” allestito nel coro
della Chiesa di San Bernardino e inaugurato il 24 febbraio 2017,
propone i nuovi frutti del paziente ed accurato lavoro di restauro
sulle tele che compongono la collezione. Si presentano oggi i ritratti di quattro Prevosti: Flaminio Piatti, Carlo Biffi, Stefano Balconi e Francesco Barbieri che vengono così
riconsegnati alla comunità. L’occasione offrirà lo spunto per una serata di approfondimento sia
sui lavori effettuati sulle tele sia su scoperte realizzate in questo
periodo non solo sulle opere pittoriche, ma anche negli archivi
storici e strettamente attinenti la genesi della Quadreria.
La serata si inserisce anche nel progetto didattico di Imagines
Memoriae, denominato CxT(r)E, promosso grazie al contributo di
Fondazione Ticino Olona e volto alla formazione e divulgazione presso
le scuole di diverso ordine e grado oltre che il grande pubblico.
L’evento del prossimo venerdì vedrà la partecipazione del Dott. Mario
Comincini, consulente storico del progetto, che svilupperà gli
argomenti relativi all’origine della Quadreria, sia in senso temporale
sia riguardo alla volontà promotrice della stessa.
Il progetto, promosso dalla Parrocchia di Santa Maria Nuova, ha il
patrocinio di Comune di Abbiategrasso, Fondazione per Leggere, Ente
Parco del Ticino, e il contributo della Fondazione Ticino Olona. (Foto d’archivio).

Views: 99