ABBIATEGRASSO – La qualità è l’obiettivo, anzi il mantra dell’edizione 2022 di Abbiategusto, fiera nazionale che da ormai 20 anni si presenta come l’evento enogastronomico più importante di tutto l’Est Ticino.

Nonostante le difficoltà di bilancio con cui hanno a che fare tutti gli enti locali nei mesi del caro energia, analogamente a quanto fatto con la Fiera Agricola di Ottobre, il neo assessore alle Fiere Valter Bertani ha voluto alzare sin da subito l’asticella. Abbiategusto 2022 si svolgerà nel Castello Visconteo, nelle piazze e lungo le vie del centro storico di Abbiategrasso (ma non solo, grazie alla collaborazione con Confcommercio e altri partner).

L’evento di quest’anno rappresenterà anche l’occasione per l’avvio di una nuova stagione di collaborazione con l’Associazione Maestro Martino, presieduta dallo chef Carlo Cracco che, da oltre undici anni, promuove in Italia e all’estero le generazioni future della ristorazione italiana, attraverso la formazione, grazie anche al ristorante didattico di Villa Terzaghi a Robecco sul Naviglio.

Abbiategusto

Il Comune di Abbiategrasso ha infatti chiesto ufficialmente il supporto dell’Associazione che si è resa disponibile a patrocinare il progetto intervenendo su specifici aspetti già da questa edizione, per poi mettere in campo, con un’adeguata tempistica, una progettualità più ampia per le prossime edizioni. In particolare, nell’ambito della collaborazione per questa prima edizione, la cena stellata con lo Chef Gianfranco Vissani programmata in Villa Terzaghi per il 19/11 è stata inserita nel programma ufficiale di Abbiategusto.

In aggiunta, l’Associazione promuoverà, in collaborazione con alcuni chef e produttori agricoli del territorio, la Cena di Gala di domenica 27 novembre, sempre in Villa Terzaghi, ristorante didattico e scuola di cucina a Robecco sul Naviglio, un evento gastronomico per promuovere e valorizzare le eccellenze di un territorio che ha molto da offrire e che merita di affermarsi non solo a livello regionale ma anche nazionale e internazionale. La cena sarà quindi un’occasione per raccontare con i sapori, le materie prime e gli ingredienti caratteristici, l’identità culturale del territorio attraverso i suoi protagonisti di eccellenza.

Il risultato sarà una cena realizzata a più mani in cui alcuni grandi nomi del panorama gastronomico territoriale come Andrea e Giacomo Besuschio (Pasticceria Besuschio), Agostino e Chiara Campari (Il Ristorante di Agostino Campari), Gianluca Cairati (Molino Santa Marta), Mirco Polli (Osteria Santa Maria), Maurizio Biraghi (Trattoria Croce di Malta), lavoreranno insieme alle giovani brigate della scuola di cucina e con il resident Chef di Villa Terzaghi, Federico Urbani. Un’occasione preziosa di scambio culturale tra generazioni diverse della ristorazione di qualità in un dialogo tra tradizione e innovazione. Villa Terzaghi sarà inoltre presente in questa edizione 2022 con uno spazio nei Sotterranei del Castello, che sarà luogo di incontri con i protagonisti del territorio e teatro di narrazione del progetto didattico con i giovani allievi di sala e di cucina.

“Considero estremamente positiva la grande e consueta aspettativa che accompagna come sempre Abbiategusto – dichiara il sindaco Cesare Naianche sulla positiva onda del successo ottenuto dalla Fiera Agricola di Ottobre. Il nuovo assessore Bertani sta lavorando con grande passione e slancio, mediante il coinvolgimento delle varie realtà locali e delle eccellenze nazionali e internazionali, che arriveranno in città grazie alle CittaSlow. Inoltre il coinvolgimento dell’Associazione Maestro Martino e della Scuola di Cucina Villa Terzaghi è motivo di vanto e novità di grande spessore, sotto il piano della ricerca qualitativa e della progettualità, specie per il futuro”.

“Considerato il numero e soprattutto il livello delle adesioni che stanno arrivando e che continueranno ad arrivare nei prossimi giorni – continua l’assessore alle Fiere Valter Bertani –  stiamo tornando a fare di Abbiategusto un evento votato esclusivamente alla qualità, che possa riposizionarci al livello cui si era arrivati nel recente passato. Inoltre l’avvio della collaborazione con l’Associazione Maestro Martino e la Scuola di Cucina Villa Terzaghi, destinato a protrarsi e irrobustirsi negli anni, segna un nuovo punto di ripartenza. Da soli non ce la faremo mai a raggiungere obiettivi importanti, insieme al territorio e alle parti più vive e dinamiche che esprime, invece sì”.

“Parlare del futuro di Abbiategusto in Villa Terzaghi, una scuola di cucina, radicata sul territorio ma connessa con Milano e con il mondo – continua Massimo De Maria, Vice Presidente dell’Associazione Maestro Martino e direttore di Villa Terzaghi – credo possa rappresentare il miglior auspicio, non solo per il rilancio dell’evento, ma per la valorizzazione dell’intera filiera agroalimentare e della ristorazione dell’area che riunisce tutti i Comuni aderenti al Parco del Ticino. Un progetto di crescita in cui Abbiategrasso deve e può giocare un ruolo determinante”.

Hits: 0