ABBIATEGRASSO – Ampia, convinta, totale soddisfazione per l’esito e i risultati di Abbiategusto 2022. E’ il giudizio, il commento che esprimono concordemente il sindaco di Abbiategrasso Cesare Nai e l’assessore che ha seguito sin dall’inizio l’evento nelle sue diverse articolazioni, Valter Bertani.

Un’edizione ovviamente non di partenza ma casomai di RIpartenza, con nuove collaborazioni e stimoli, ingressi in grado di elevare considerevolmente il livello qualitativo. Un lavoro nel mezzo di una fase molto critica per i bilanci dei Comuni, ma che la soddisfazione unanime degli espositori e l’elevata partecipazione di pubblico hanno ripagato.

Abbiategusto 2022

“Sono pienamente soddisfatto dopo aver constatato che un nuovo percorso è stato intrapreso e cominciato, un lavoro che di certo non si è voluto limitare ai tre giorni della manifestazione ma che ha gettato le basi per un significativo allargamento dei confini di Abbiategusto 2022 – commenta il sindaco Cesare Nai – Abbiamo intrapresa una nuova strada con successo, grazie all’innesto dell’Associazione Maestro Martino e alla presenza del polo didattico di Villa Terzaghi, realtà ormai riconosciuta a livello nazionale. Abbiamo visto rientrare dopo anni difficili le Cittaslow, arrivate numerose come un tempo; ci auguriamo che il prossimo anno aumentino ulteriormente, siamo inoltre molto soddisfatti dopo aver sentito gli espositori arrivati dalla Regione Sicilia: hanno trovato una grande accoglienza e ottenuto numeri importanti. L’affluenza mi ha soddisfatto, il centro commerciale naturale è passato da aspirazione a realtà, bar e ristoranti hanno registrato esauriti uno dopo l’altro e le attività di ricezione alberghiera e accoglienza hanno potuto beneficiare del grande afflusso di espositori e ospiti arrivati anche da molto lontano: per noi un’ulteriore soddisfazione. Ovviamente ci metteremo da subito al lavoro per l’edizione 2023: abbiamo di fronte a noi un anno intero, lo useremo al meglio. La cena di Gala, infine, ha riunito alcune delle principali eccellenze abbiatensi: un’esperienza di grande e assoluto rilievo, che ha riassunto egregiamente quali sono i nostri obiettivi”.

“Non posso dire altro se non che sono davvero soddisfatto: è stato un duro lavoro, che ci ha consentito di ottenere un successo che di fatto ha bissato quello riscosso dalla Fiera Agricola – aggiunge l’assessore Valter Bertani – Per la prima volta abbiamo parlato di territorio, questo è l’inizio di un’attività più grande che può essere solo vincente; l’obiettivo è unire la fascia che va da Vigevano a Morimondo e sino a Magenta, nel cuore del Parco Ticino. Siamo fortunati a vivere in una zona di grande interesse e pregio naturale, dove si stanno consolidando grandi eccellenze in campo agroalimentare, tra cui sicuramente Maestro Martino, che è voluto scendere in campo con la nostra maglietta e che ringrazio. Come ringrazio tutti i partecipanti, a cominciare dagli Alpini che hanno raddoppiato le porzioni di polenta vendute rispetto allo scorso anno. Grazie anche a tutti quanti hanno collaborato, dagli uffici comunali ad Amaga, dai collaboratori alla Polizia Locale. Grazie alla Regione Sicilia e a tutti gli espositori. A tutti promettiamo che Abbiategusto 2023 sarà ancora più grande e importante”.

Hits: 0