ABBIATENSE –  La prima tappa è segnata: mercoledì 4 aprile, ore 20.30, presso Sala Consiliare di via G. Fornaroli 30 in Magenta. La necessità di questo “viaggio” è radicata nei quartieri: accompagnare gradualmente le non profit del Magentino Abbiatense a conoscere le novità introdotte dalla Riforma del Terzo Settore preparandosi, insieme, a cambiamenti che andranno ad incidere sulle proprie attività e quindi anche sulla vita di tutti i cittadini. Guide d’eccezione e ideatori della triplice serata, che continuerà poi l’11 e il 18 aprile, Ciessevi Centro Servizi per il Volontariato Città Metropolitana di Milano, Forum del Terzo Settore Città di Milano e Martesana in collaborazione con Fondazione Ticino Olona. Mercoledì 4 aprile si approfondirà il nuovo sistema per il Terzo settore analizzando insieme quali sono le novità e come queste possono influire sulle organizzazioni. Mercoledì 11 aprile l’approfondimento è dedicato alla conoscenza sia del nuovo contesto giuridico normativo degli ETS (Enti di Terzo Settore) sia della centralità del concetto di “interesse generale” con relativi limiti e opportunità. Ultimo appuntamento sarà mercoledì 18 aprile quando ci si addentrerà nella nuova fiscalità e nelle nuove agevolazioni per gli Enti di Terzo Settore. Questo triplice appuntamento si innesta, inoltre, in un ricco cartellone lungo due anni fatto di eventi, tavole rotonde e momenti di approfondimento chiamato “Terzo Settore in costruzione”, rivolto non solo alle non profit del Magentino Abbiatense, ma a tutte le oltre 15.000 non profit del territorio metropolitano, agli oltre 240.000 loro volontari e alle migliaia di lavoratori del Terzo Settore (oltre 48.000 dipendenti solo a Milano): “La norma tocca fattivamente tutti gli enti non profit – dichiarano gli organizzatori – perciò ogni ente dovrà procedere ad avviare un ripensamento e una ri-collocazione della propria organizzazione in cui lo spartiacque sarà rappresentato dall’essere dentro o fuori dal Registro nazionale del Terzo Settore, ma anche dalla sezione specifica dello stesso nella quale andrà a collocarsi. Un ripensamento – concludono – che andrà a incidere fortemente sugli scopi di ogni singolo soggetto e in modo sostanziale sulla quotidianità organizzativa e nel modo di intendere e fare non profit. Lo stravolgimento sarà anche e soprattutto culturale, sociale, partecipativo e democratico, nelle pratiche associative e organizzative, nella governance sino a nuove applicazioni amministrative e fiscali” Per partecipare ai tre incontri è obbligatoria la registrazione gratuita compilando il form online. Per ulteriori informazioni e per ricevere materiali propedeutici contattare farenonprofit@ciessevi.org – 02. 45475857 o visitare il sito www.csvlombardia.it/milano.

Views: 239