VERMEZZO CON ZELO – Non si placano le polemiche in merito all’intervento di riparazione eseguito alle scuole di Vermezzo con Zelo. La questione è esplosa settimana scorsa, quando la consigliera di minoranza Daniela Filleti, questa volta in qualità di mamma, ha denunciato dei disservizi nel plesso scolastico. Il Comune ha risposto spiegando che il ritardo fosse dovuto ad una mancanza di tempo per effettuare l’intervento: “La comunicazione ci è pervenuta venerdì sera, ad uffici già chiusi. Quindi si è preso atto della necessità il lunedì e si è intervenuti il prima possibile”. Risposta che però non ha convinto Filleti, questa volta nel duplice ruolo di una rappresentante di classe e consigliera: “Non è andata proprio così. La segnalazione per quanto concerne il problema della luce è stato segnalato telefonicamente dalle maestre venerdì mattina. Purtroppo non hanno potuto farlo via email perché anche internet e la linea telefonica fissa non funzionavano già da prima. Ora per fortuna sembra tutto risolto, quindi bene così, ma evidentemente c’è un problema di comunicazione tra uffici, amministrazione e scuole. Se il sindaco ha saputo del problema solo il lunedì, significa che da venerdì mattina nessuno lo ha informato”. Un problema di comunicazione che non sorprende il consigliere: “Che l’amministrazione faccia fatica a comunicare all’esterno della propria maggioranza non è una novità. In questo caso la scuola, ma anche noi consiglieri di minoranza non riusciamo ad avere un dialogo efficace e soprattutto tempestivo con il sindaco Cipullo e i suoi. Dobbiamo andare avanti a colpi di interrogazioni e mozioni comunali. Manca l’apertura per un confronto e la voglia di condividere le problematiche che, in un momento come questo, è più che comprensibile un’amministrazione affronti. Chiediamo spesso di poter avere maggiori informazioni su quanto fanno o non fanno, ma ci viene detto, in pratica, di farci da parte. A quel punto non ci rimane che chiedere l’accesso agli atti e informarci in quel modo. Questo ci impedisce a volte di essere puntuali nel sollevare dubbi. Il nostro ruolo di consiglieri di opposizione è spesso sminuito così”. Daniela Filleti termina con una battuta sul giornalino comunale: “Hanno promesso di aggiornare i cittadini in modo puntuale e trasparente, è passato quasi un anno e ci sono stati solo due numeri, un po’ poco per tenere informati il paese. Se ci sarà un futuro numero- prosegue la Filleti- ci auguriamo non sia ancora per leggere che abbiamo ricevuto integralmente i contributi previsti per la fusione ma anche altro. Quali lavori di manutenzione ordinaria sono stati fatti per la scuola in vista della sua apertura? A che punto si trova la causa pendente contro Farma Factory, che era subentrata per cessione del credito ad Edison Energia s.p.a.? E il nuovo giudizio pendente avanti il Tar Lombardia Milano avverso ordinanza sindacale del divieto della sperimentazione del 5G sul nostro territorio? Insomma ci aspettiamo che venga fatta un po’ più di informazione e chiarezza”. Luca Cianflone

Views: 657