ABBIATENSE – Nella notte tra giovedì 7 e venerdì 8 febbraio, verso le 2, in un pub nel centro di
Mesero in via Noé un ragazzo sulla trentina ha sparato colpi di pistola. Aveva passato la serata
consumando diversi drink, ha avuto diverbio con il proprietario che l’ha allontanato perché, pare,
non volesse pagare. É tornato all’ora di chiusura apparentemente per chiedere scusa. Ha tirato fuori
la pistola e, come raccontato dal barista 41enne, l’ha derubato degli 800 euro di incasso e ha sparato
un colpo senza ferire nessuno. Il barista, con sangue freddo, é riuscito ad uscire dal locale e a
chiuderlo dentro. L’unico avventore rimasto, spaventato, era giá fuggito. Mentre il malvivente era
nel locale, il proprietario ha chiamato i carabinieri arrivati dopo pochi minuti, ma intanto il ragazzo
ha sparato colpi distruggendo i vetri della porta di ingresso, da cui é riuscito a fuggire ed é scappato
in auto. La sua fuga è durata meno di 24 ore poiché la sera stessa di venerdì 8 si è presentato
spontaneamente al comando dei Carabinieri di Abbiategrasso. Si tratta di M.D., classe 1994,
italiano, residente a Cuggiono. In ottime condizioni di salute, ha riportato solo escoriazioni e vari
tagli da schegge di vetro prevalentemente sulle mani e qualche graffio al collo. La pistola e il
bottino della presunta rapina non sono stati rinvenuti. In relazione ai fatti contestatigli è stato
rimesso in libertà e il tutto è al vaglio dell'Autorità Giudiziaria di Milano per le ulteriori valutazioni
del caso. S.O.

Views: 104