ABBIATEGRASSO – Tante le segnalazioni durante le festività natalizie, anche tramite i social network. Non c’è pace per Abbiategrasso, sia in centro che in periferia si sono verificati atti vandalici. Oltre al crudele episodio della micia seviziata in zona canale Scolmatore e la rabbia di chi si è trovato i finestrini dell’auto rotti (e sono decine e decine di persone), c’è chi ha documentato con foto le condizioni in cui si trovavano marciapiedi e cestini nel centro storico, in particolare in via Cantù e piazza Castello, nel giorno di Natale, dopo i bagordi della Vigilia. Bottiglie e bicchieri vuoti, cestini stracolmi di immondizia, resti di petardi e altra sporcizia. Se i festeggiamenti diventano la scusa per compiere atti vandalici, forse è il caso di intervenire con maggiori controlli.  La mattina di Natale un’altra brutta sorpresa in via Piatti accanto all’ingresso delle suore, è stata devastata una centralina Enel, è stata divelta la protezione, i fili elettrici erano pericolosamente esposti. Nei giorni successivi, da più quartieri di Abbiategrasso, si segnalavano scoppi di petardi (certo, non è una novità durante le festività), il problema è che pare venissero fatti saltare in aria anche cestini e sacchi dell’immondizia, oltre a bidoni della Caritas messi sotto sopra. Una stupidità dilagante che nelle ultime festività, forse ancora di più che in passato, ha messo a soqquadro la città.

Views: 33