CASSINETTA DI LUGAGNANO – Dopo il grandissimo successo della sagra dell’oca arrosto e del brasato d’asino (mai vista così tanta gente nonostante le molte manifestazioni presenti nei paesi vicini) il sodalizio cassinettese, vero fiore all’occhiello del bel paese lungo il Naviglio Grande, si prepara ad ospitare turisti e visitatori presso la propria struttura in occasione della festa patronale che si terrà sabato e domenica prossimi, 12 e 13 settembre. L’impegno dei prolochini cassinettesi inizierà nel primo pomeriggio di venerdì 11 quando inizieranno a preparare gli stuzzichini e la risottata per il rinfresco serale dedicato a tutti i partecipanti alla quarta edizione della Stracassinetta organizzata come al solito in modo impeccabile dagli amici dell’Oratorio San Carlo. Una collaborazione con l’Oratorio che da qualche anno dà ottimi risultati. Come sempre poi si prosegue nelle giornate di sabato e domenica con la più che sperimentata e apprezzata “cucina del dì di festa”: sabato sera a partire dalle ore 19.30 e domenica alle 12.30 e alle 19.30. Risotto con funghi porcini, penne prosciutto zucchine e zafferano, porchetta al forno, costine, salumi nostrani, l’immancabile gorgonzola Gelmini e le rane. Chiaramente funziona il servizio asporto per chi preferisce degustare le specialità cucinate dai cuochi della Pro Loco direttamente a casa propria. La festa patronale quest’anno propone, organizzate dall’Amministrazione Comunale e dalla locale Biblioteca, una serie di mostre e spettacoli che vale la pena non perdere. Ricordiamo ad esempio sabato alle 15.00 navigazione del Naviglio Grande e dalle 12 alle 21 “Artisti a Cassinetta” . Alle 21.00 “Patronight” la notte bianca di Cassinetta. A seguire “luci sul Naviglio” spettacolo di fuochi d’artificio di sabato sera alle 22.30 e i diversi mercatini che apriranno dalle 8.00 di domenica mattina per tutta la giornata. Sempre domenica alle ore 15.00 e 16.00 visite guidate gratuite a cura delle bravissime assistenti turistiche della Pro Loco, con partenza dal Punto di Informazione Turistica di piazza Gaetano Negri (Municipio). Per le cene di sabato e domenica e il pranzo di domenica è preferibile prenotarsi prima che succeda come per lo scorso fine settimana durante il quale gli organizzatori della sagra dell’oca arrosto e del brasato d’asino si sono visti obbligati, a loro malincuore, a rifiutare più di duecento persone per il “tutto esaurito” ai tavoli e purtroppo per aver terminato anche tutta l’oca e il brasato d’asino. Da ultimo ricordiamo che la festa in cucina si terrà con qualsiasi condizione meteorologica essendo i posti a sedere tutti al coperto e non ci resta quindi che augurare a tutti i partecipanti BUONA FESTA e BUON APPETITO!

Views: 206