VERMEZZO – Maggio segna per Vermezzo appuntamenti interessanti: oltre alla tradizionale Sagra di San Zenone che conclude a fine mese la festa patronale, durante tutto questo periodo si moltiplicano incontri popolari e festeggiamenti di gruppi specifici, come ad esempio nella scuola pubblica e paritaria, nelle associazioni, nelle realtà locali organizzate per i più diversi interessi. Interessante a piacevole da ascoltare per la qualità dei brani musicali eseguiti è sempre stato, da dieci anni a questa parte, l’appuntamento col Saggio della Civica Scuola di Musica che ha sede nei locali a ridosso della Biblioteca Comunale Mario Poggi, in via Corridoni. Sabato 23 maggio il saggio di fine anno si è tenuto nella Sala Consiliare del Comune di Vermezzo, che il Sindaco Andrea Cipullo ama aprire a mostre, esibizioni e concerti perché possa essere vissuta come casa di tutti i cittadini. Fin dall’inizio coordinatrice della Scuola è sempre stata la Maestra Arianna Scotti che ha saputo attrarre attorno a sé le più varie professionalità, come la Maestra Antonietta Incardona e i Maestri Massimo Zampini e Andrea Guarino, che sanno affascinare i giovani con la proposta di diversi strumenti, tra cui pianoforte, chitarra e clarinetto, oltre a un avvio propedeutico alla musica con la ludoteca musicale. La scuola si distingue fra tutti i corsi del territorio per la professionalità qualificata dei docenti ed è attualmente presieduta dal Maestro Vittorio Zago, docente del Conservatorio di Como. Zago prende il posto del Maestro Carlo Balzaretti, storico presidente della Scuola musicale, da poco eletto direttore dello stesso Conservatorio. E’ proprio il legame con l’istituzione di Como che ha favorito la splendida realizzazione di un progetto da sempre auspicato, ma solo recentemente concluso con la firma del sindaco Cipullo. L’evento è stato festeggiato domenica 24 maggio con il concerto del chitarrista Christian El Khouri, un giovane talento che ha saputo illustrare la chitarra in Europa dal ‘600 al ‘900, con l’espressività di un grande musicista e un’oratoria coinvolgente. Grazie a questa convenzione gli allievi idonei avranno la possibilità di accedere direttamente agli esami di Conservatorio da esterni. Coloro invece che pensano di dedicarsi alla musica solo per passione possono seguire regolarmente il percorso iniziato, senza accedere a nessun tipo di esame, sicuri tuttavia che l’esecuzione potrà essere momento gratificante di ascolto.

Hits: 87