ABBIATEGRASSO – In una sala consiliare gremita si è tenuta sabato mattina la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione della Maratona dei Navigli, organizzata dal Rotary Club Abbiategrasso. Il presidente del Club, Lucio Fusaro, sportivo a sua volta e sponsor della Maratona con Revivre, ha ricordato che lo scopo è quello di un impegno a favore del prossimo, con il Rotary International che riunisce oltre 33.000 club di ogni parte del mondo,  partner di progetti come  Polio Plus che da 20 anni combatte la poliomielite e vaccinando i bambini è vicino alla eradicazione, ossia a  debellare completamente questa malattia. Il Rotary organizza eventi anche a favore di realtà del territorio come l’acquisto, lo scorso anno del pullmino per il trasporto dei nostri ragazzi disabili. Lo scorso anno il ricavato della Maratona, di 15.000 euro, è stato devoluto alla scuola indiana di Madre Teresa, quest’anno il ricavato  servirà ad acquistare un pullmino, uno scuolabus per i ragazzi della stessa scuola indiana per ragazzi disabili. “Una finalità importante. – ha commentato il sindaco Nai – Un’iniziativa lodevole che come lo scorso anno mette in contatto con altri comuni del percorso, in maniera intelligente unisce sport, turismo, cultura, il 22 saranno qui per partecipare anche 27 amici della città gemellata di Ellwangen, tra cui il sindaco che è un appassionato maratoneta”. E poiché sport è cultura, è stata chiamata in causa l’ass. Poggi che ha entrambe le deleghe ed è entusiasta dell’incarico perché, ha detto: “credo molto nello sport che educa al rispetto delle regole e al confronto con gli altri, fare sport per i ragazzi è necessario e agli adulti assicura benessere. Abbiamo tante associazioni sportive come Ala che molto fanno per i giovani come De Angeli che ha vinto la maratona  lo scorso anno. Vincere vuol dire allenarsi molto. Questo evento lega davvero sport, cultura e turismo. E’ stata creata una grande macchina organizzativa, lo scorso anno in cui era presidente Rotary, Marco Rognoni, sembrava un’impresa folle ed è stato un evento eccezionale che richiama tante persone”. Davide Daccò, ex maratoneta che ha corso la sua prima maratona nel 1993 proprio nell’abbiatense, ha poi ceduto la parola a Luca Fumagalli di Decathlon, sponsor tecnico che ha presentato la maglia dedicata alla Rotary Marathon che indosseranno 1.000  e  più partecipanti. La prima maglia è stata poi consegnata a Fabio De Angeli, testimonial dell’evento, vincitore della prima edizione che, emozionato, ha affermato: “Oltre alla fatica che si fa, importanti sono le motivazioni. Partecipare a una maratona nella mia città mi ha spinto ad allenarmi anche due volte al giorno, ho usato la tabella di Baldini che gli ha consentito di vincere la maratona di Atene, ho percorso ca. 160 km la settimana. C’è chi dice che vorrebbe venire a vederti  poi è difficile che la gente si sposti, invece qui, durante il tragitto sono venuti in tanti a sostenermi e a ‘spingermi’”.  Domenica 22 ottobre alle 9.15 da piazza Castello partirà la Maratona di 42 km, poco dopo partirà anche la mezza Maratona di 21 km. L’arrivo è in Fiera come il ritrovo mattutino. Possono partecipare alla Maratona tutti gli atleti che abbiano compiuto 20 anni e per la mezza i 18. Nessuna iscrizione potrà essere effettuata il giorno della gara, occorre quindi provvedere prima online sul sito: www.mysdam.net o tramite modulo da parte delle società. Il regolamento completo può essere letto sul sito www.rotarymarathon.it , la chiusura delle iscrizioni è prevista il 18/10/2017 o al raggiungimento di 1.300 iscritti. Ma ci sono anche opportunità con distanze più brevi e non agonistiche, percorsi da 12 km, 5 km e 1,5 km, la cosiddetta Corsa del Cuore a cui è possibile iscriversi in fiera direttamente il giorno della gara. Un’opportunità per tutti di fare sport e… non solo per sport ma con il valore aggiunto della solidarietà. E.G.

Views: 77