ROBECCO S/N – Il sindaco Fortunata Barni con gli assessori e il capogruppo ha incontrato la stampa, martedì 19 gennaio, in seguito a recenti polemiche “a cui non risponderemo – ha spiegato il sindaco – non per debolezza ma perché preferiamo confrontarci su argomenti importanti. Chiunque si occupi di politica e tenga al suo paese deve evitare la polemica sterile. Ci tengo a precisare che parlo per me, che questo è l’atteggiamento che intendiamo mantenere, il bene comune va oltre l’interesse e gli attacchi personali. Sono per il dibattito costruttivo che richiede onestà intellettuale, il presupposto per fare bene. Cosa intendo per polemica sterile? Per esempio definire Robecco il paese più inquinato perché conta molti veicoli obsoleti, proprio come molti altri comuni ma certo un sindaco non può imporre a un cittadino quale veicolo comprare. Un altro titolo apparso su Robecco ‘Biblioteca nel degrado’ non ha senso. La biblioteca è tutt’altro che dimenticata, è in fase di realizzazione per esempio il montacarichi per cui è stata fatta una progettazione con rampa che ha ricevuto da poco il primo parere dalla soprintendenza, poiché si tratta di uno stabile condominiale i problemi non sono risolvibili solo dall’Amministrazione comunale. La biblioteca non è nel degrado, si cerca in ogni modo di renderla funzionale e valorizzarla, nel periodo natalizio moltissimi bambini hanno partecipato a diverse iniziative della biblioteca che ha ripreso a vivere come costatano tanti cittadini. Un rilancio non un degrado. Mi chiedo tra l’altro: perché un cittadino invece di fare una segnalazione sull’apposito modulo manda una lettera al giornale, ingigantendo l’eventuale problema?” Il sindaco Barni ha citato poi la “polemica non indifferente sulla cittadinanza onoraria al dott. Comincini, siamo stati criticati perché non è stata data in un luogo istituzionale, si è trattato di una scelta politica. Abbiamo partecipato alla stesura del libro che veniva presentato e ci è sembrata l’occasione, grazie a una partecipazione numerosa, di dare il giusto risalto al riconoscimento sia per la persona che per la frazione. Era nel nostro programma la valorizzazione delle frazioni, la giunta che rappresento non ha mai avuto un confronto diretto col dott. Comincini che ringrazio molto. Non capisco perché siamo stati attaccati”. Altro argomento trattato la superstrada Vigevano-Malpensa e l’intervento sulla stampa dell’ex sindaco Zanoni al proposito. “Effettivamente all’ex sindaco – ha detto Barni – è stato chiesto, non in Consiglio comunale, di partecipare al tavolo di lavoro del Comitato presieduto da Boldrini, i capigruppo potevano segnalare chi, per i diversi gruppi politici, avrebbe partecipato ai tavoli. Doveva essere il suo capogruppo a segnalarlo, senza dimenticare che negli uffici sono a disposizione i moduli con cui ogni cittadino può chiedere di partecipare. L’ex sindaco sarebbe stato considerato una risorsa in più, non posso accettare che mi si dica che non l’ho voluto. Perché non ha mai partecipato neanche ai numerosi incontri pubblici? Non abbiamo avuto neanche un passaggio di consegne, ce ne siamo fatti una ragione, lo invitiamo a partecipare ai prossimi incontri”. E.G.

Hits: 63