ABBIATEGRASSO – Sono arrivati da tre zone diverse della città, innalzando cartelli e palette, sventolando bandierine della pace, mostrando sulle mani guanti di carta scritti e disegnati: i bambini in piazza per i loro diritti.

Tre piccoli cortei, partiti da tre Scuole Primarie cittadine, che si sono riuniti davanti al Castello Visconteo, nella mattinata di mercoledì 23 novembre, e subito un allegro vociare ha riempito la piazza, incuriosendo i passanti, che si fermavano a chiedere il motivo della manifestazione.

Bambini in piazza

Per ricordare la Giornata Universale dei Diritti dell’Infanzia, che ogni anno ricorre il 20 novembre, i piccoli alunni, resi più consapevoli dal lavoro svolto nelle aule con gli insegnanti, erano lì per rivendicare i diritti che spettano a tutti i bambini del mondo, mentre in alcuni Paesi per diversi motivi sono a loro negati. Il diritto a una casa e a una famiglia, al cibo, all’educazione e all’istruzione, alla salute, al gioco e a una vita felice.

Ad accoglierli e a ribadire questi concetti, l’assessore alle Politiche Educative Marina Baietta e il sindaco Cesare Nai, che li hanno ringraziati per l’attenzione nell’ascolto e l’impegno dimostrato nel trattare questa tematica attuale. Gli alunni hanno poi presentato la loro coreografia, intonando tutti insieme una canzone sui Diritti dei Bambini.

Alcune classi sono, quindi, rientrate a scuola, altre sono entrate nel cortile del Castello, dove un’insegnante ha approfittato dell’uscita dall’aula per la manifestazione per tenere una lezione all’aperto sulla storia del monumento e degli abitanti dell’antico borgo. M.B.

Hits: 0