GAGGIANO – La giunta del sindaco Perfetti pensa alla legge “Buona Scuola” per migliorare la proposta educativa. Cosa prevede? “La Legge 107/2015-Buona Scuola – promuove il sistema integrato di educazione e istruzione dalla nascita fino ai sei anni. La legge ha come obiettivo di realizzare dei poli educativi dove bambini condividano spazi contigui ai fini di assicurare una continuità nel ciclo educativo prescolastico e dove le famiglie possano trovare servizi più adatti a soddisfare i bisogni emergenti di conciliazione lavoro-famiglia. I genitori potranno fare riferimento per i propri figli fino alla prima infanzia ad unico spazio ludico-educativo dedicato che possa andare incontro alle necessità genitoriali garantendo orari di servizio prolungati durante la settimana, iniziative per tutto il periodo estivo, formazione e consulenze,ecc”.Il contratto di gestione unitaria della scuola d’infanzia comunale con la Cooperativa Stripes è in scadenza a luglio 2020, l’Amministrazione Comunale ha pertanto avviato una fase di studio per l’introduzione del “sistema 0-6 anni”.
Durante un primo incontro con la comunità, l’Amministrazione ha potuto accogliere alcune richieste delle famiglie, accettando che i figli possano essere trasferiti nella nuova struttura in progettazione presso l’Asilo Nido Comunale mantenendo la continuità con le attuali relazioni (compagni e preferibilmente insegnanti) ed avere la disponibilità di un mezzo di trasporto da Vigano a Gaggiano. In seguito a questa scelta una parte della minoranza cittadine è insorta. Questa la risposta della giunta Perfetti:
“Come ci immaginavamo Rilanciamo Gaggiano, gruppo di minoranza in Consiglio Comunale, di fronte ad un’ipotesi di modifica migliorativa di un servizio comunale ritiene di far partire una campagna, a nostro parere, disfattista e strumentale.

Gaggiano non è immune ai cambiamenti demografici e alle dinamiche evolutive della popolazione che si riflette negativamente sulla domanda di servizi per l’infanzia.

Prendere coscienza di questi cambiamenti e approfondire le questioni nella loro complessità,

significa porsi delle domande e fare delle scelte.

Queste domande ce le siamo fatte ed ora siamo nella fase dello studio, con la proposta importante di approfondire il ‘progetto 0-6’.

Ora ci chiediamo se Rilanciamo Gaggiano sia solo uno slogan e/o se intenda veramente rilanciare il paese, poiché ci sembra che l’Amministrazione Perfetti abbia di fatto, in questi 6 anni, rilanciato Gaggiano, un rilancio riconosciuto dai cittadini che ci hanno riconfermato al governo del Paese. I cambiamenti che avvengono nella nostra società, nel paese, nel nostro territorio vanno recepiti, analizzati e su questo si devono fare scelte, in prospettiva e con lungimiranza, per rendere il proprio comune vivibile, fruibile e con servizi che tengano conto delle nuove esigenze delle famiglie, tutte, e dei cittadini in generale.

È in quest’ottica che l’Amministrazione comunale sta lavorando al potenziamento dei servizi rivolti a migliorare la qualità della vita.

La sterile polemica politica, l’utilizzo di parole come ‘disfatta’ sono modi che non ci

appartengono”. Il comunicato della maggioranza si conclude con un invito all’opposizione ad essere propositiva e meno polemica. Luca Cianflone

 

 

 

Views: 58