ABBIATEGRASSO – Il sindaco metropolitano di Milano, Giuliano Pisapia, ha distribuito alcune deleghe tra i 24 consiglieri che con lui compongono il Consiglio, organo di indirizzo, programmazione e controllo politico amministrativo. Tra questi al sindaco di Abbiategrasso Pierluigi Arrara sono state conferite deleghe alla Protezione Civile, Polizia Metropolitana, Caccia e Pesca. Un onere in più per Arrara, eletto nel Consiglio metropolitano che ha sostituito nel 2015 i compiti della Provincia di Milano. La Città Metropolitana si estende su 1.575 kmq e comprende 134 comuni, con i suoi 3 milioni e 190 mila abitanti è la seconda più popolosa d’Italia dopo Roma. A pochi giorni dalla nomina avevamo chiesto ad Arrara: cosa comporterà questo nuovo incarico, quanto tempo dovrà dedicare alla Città Metropolitana? Quali compiti lo aspettano per ciascuno dei tre settori e in particolare per la Polizia Metropolitana?
“Essere stato nominato da Pisapia quale consigliere delegato è una grande soddisfazione, per me ma soprattutto per il nostro territorio, un motivo di orgoglio ma soprattutto di grande responsabilità!
Lo scorso 21 febbraio ho partecipato per la prima volta al Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica (di cui faccio parte) insieme al Prefetto di Milano, al Questore, al Generale dei Carabinieri e al Generale della Guardia di Finanza; un momento importante dove si è parlato di sicurezza, immigrazione e altri problemi importanti che riguardano la nostra Città Metropolitana. Pisapia mi ha dato un incarico importante e io farò di tutto per onorarlo nel migliore dei modi. Non so ancora quanto tempo richiederà questo impegno, mi incontrerò martedì con i vertici del comparto caccia e pesca e mercoledì con il dipartimento della Polizia Metropolitana e della Protezione civile. La Polizia Metropolitana svolge principalmente attività di polizia stradale, funzioni di pubblica sicurezza e attività in materia ambientale e al controllo in materia di filiera dei rifiuti (problema dei rifiuti: dalla produzione allo smaltimento dei rifiuti) e azioni di controllo relative alle imprese attive nel nostro territorio. La Polizia Metropolitana inoltre gestisce direttamente 10 impianti fissi per il controllo automatico della velocità. Infine svolge l’attività di polizia venatoria, zoofila e ittica finalizzata alla salvaguardia delle specie ittico faunistiche,
alla tutela del loro habitat e al rispetto della vigente normativa per le quali è richiesto un costante presidio del territorio. Inoltre per il 2015 alla Polizia provinciale è stato richiesto (da parte della Prefettura) un grosso sforzo per far fronte al Piano di emergenza per le criticità della
mobilità durante l’evento Expo. L’aumento di viaggiatori e mezzi in un’area già a grandissima criticità viabilistica richiederà un grosso sforzo organizzativo e di impiego di forze.
Il personale in servizio per il settore della Polizia Metropolitana e della Protezione civile è composto da 105 unità. La Protezione civile sarà chiamata nei diversi ambiti di competenza ad operare su due fronti: Expo ed emergenza, aumentando di fatto la complessità dell’intervento e la necessità di presidiare situazioni e luoghi diversi e distanti nel territorio. Quindi una delega importante che richiederà un grande impegno”. E.G.

Views: 33