ABBIATEGRASSO – La capacità degli agenti di polizia di affrontare situazioni di conflitto è parte fondamentale del loro lavoro e del loro ruolo nella società. A seguito dell’aggressione subita da alcuni vigili in viale Tunisia a Milano nell’ottobre dello scorso anno, cittadini e istituzioni sono tornati, ancora una volta, a chiedersi se le forze di polizia, in particolare la polizia locale, sono realmente preparate a fronteggiare tutte le circostanze di pericolo. In quell’occasione, nonostante gli agenti fossero cinque e l’aggressore uno solo, uno dei vigili riportò una grave ferita alla testa prima che l’arresto andasse a buon fine. Di fronte ad avvenimenti di questo tipo e alle conseguenti riflessioni, diversi comuni della zona, tramite la cooperazione con la Regione Lombardia, hanno deciso di organizzare un corso di sicurezza integrata all’uso degli strumenti di autotutela (bastone estensibile e spray al peperoncino) per gli ufficiali e gli agenti di polizia. La cerimonia d’apertura di questo corso si è tenuta mercoledì 6 aprile presso il magnifico chiostro del Convento dell’Annunciata ad Abbiategrasso. Prima dell’inizio dell’evento, i mezzi d’istituto dei vari corpi delle Polizie Locali sono stati esposti nella piazza esterna dell’ex convento con il classico ammassamento, tipico delle forze dell’ordine. A seguito della presentazione del corso, istruttori ed agenti hanno eseguito una dimostrazione dinamica delle tecniche operative e delle manovre di contenimento praticate durante gli addestramenti. Sono state simulate varie situazione di pericolo, ciascuna caratterizzata da condizioni diverse, mostrando non solo l’efficacia di tali tecniche ma anche la loro funzionalità ad evitare danni fisici all’aggressore. Oltre a vari componenti dell’Arma e al comandante della PL Maria Malini, erano presenti alla cerimonia i sindaci dei comuni coinvolti nell’iniziativa, tra cui quello del comune ospitante Cesare Nai: “In questi anni tutti i comuni stanno cercando di implementare a livello di organico e di personale i nostri Comandi, ad Abbiategrasso ci stiamo riuscendo, però questo non basta, è necessario poter contare su una professionalità sempre maggiore del nostro personale”. Successivamente ha espresso la propria soddisfazione anche Riccardo De Corato, Assessore alla Sicurezza della Regione Lombardia: “Sin dal mio insediamento ho sempre e costantemente perseguito la volontà di incentivare le tecnologie e la formazione dedicata alla PL, questo perché ritengo indispensabile che gli agenti possano svolgere il proprio lavoro in sicurezza, disponendo di strumenti all’avanguardia e di competenze specifiche”. L’Assessore ha, infine, toccato un tema che da anni divide governi e amministrazioni, non solo a livello nazionale: “Come sapete, è oggi in corso il dibattito sull’utilizzo del taser. Grazie anche all’interessamento del Presidente Fontana e mio, a breve, alle amministrazioni che lo riterranno opportuno, sarà offerta l’opportunità di adottare, con tutte le dovute cautele, questo nuovo e importante strumento”. Alessandro Gastaldi

Hits: 0