ROBECCO S/N – Robecco sul Naviglio si conferma la per la turistica del Parco del Ticino. Sono 3.800 i turisti che hanno visitato Villa Gromo di Ternengo che ha aperto le porte, nell’ambito della 27ª edizione delle “Giornate FAI di Primavera” che si sono tenute sabato 23 e domenica 24 marzo 2019. È un evento organizzato ogni anno dal FAI (Fondo Ambiente Italiano) che in tutto territorio nazionale coinvolge milioni di persone aprendo e facendo riscoprire luoghi speciali che raccontano la storia, la memoria e l’identità del Paese e che per queste ragioni vanno sempre protetti e valorizzati.

L’Amministrazione comunale, guidata dal sindaco Fortunata Barni, coglie l’occasione per ringraziare il FAI, la proprietà di Villa Gromo, la Pro Loco di Robecco sul Naviglio e la Protezione civile, per il successo dell’iniziativa che ha permesso di accogliere migliaia di persone provenienti da Milano e altre province lombarde e di conoscere e apprezzare questo antico e suggestivo borgo milanese che si sviluppa nel cuore verde del Parco del Ticino, a ridosso del Naviglio Grande.

In Villa Gromo sabato 23 marzo si sono riversati 1.200 visitatori e domenica 24 marzo altri 2.600.

I turisti sono stati accolti da guide e volontari della Pro Loco e del FAI. Studenti dell’Istituto Bachelet di Abbiategrasso hanno svolto l’importante ruolo di apprendisti ciceroni.

Domenica 24 marzo si è anche svolta la 30ª “Stravisina”, manifestazione ludico – motoria organizzata dall’AVIS di Km 13 – 7 – 3, cui hanno partecipato circa 1.100 atleti che hanno corso per vie del paese e le stradine delle campagne circostanti.

 

Views: 62