ALBAIRATE – Albairate continua ad essere il cuore del mondo agricolo dell’Est Ticino. Domenica 26 aprile si svolgerà la 18ª edizione della Manifestazione di promozione agricola, in occasione della Festa del patrono San Giorgio. E’ un evento organizzato dal Comune, in collaborazione con la Parrocchia di San Giorgio, la Pro Loco, la Coop. Latte Abbiatense, gli Amici del Museo Agricolo e gli Agricoltori Albairatesi. “E’ una festa religiosa e popolare molto sentita dalla comunità albairatese, un evento che esalta il forte legame esistente tra la Chiesa e il nostro mondo agricolo, che ancora oggi anche con il supporto dell’Amministrazione comunale occupa un ruolo centrale nell’economia locale, nonché nelle azioni promosse per la tutela e la valorizzazione del territorio. – afferma il sindaco Giovanni Pioltini – Viviamo in un’area pregiata, verde e ricca di acque e con prodotti tipici di altissima qualità. È un bene comune e prezioso frutto del duro lavoro e del grande sacrificio dei nostri agricoltori che va protetto e difeso dalle grandi opere viabilistiche incombenti sul nostro territorio (Superstrada per Malpensa e Tangenziale Ovest Esterna di Milano) e dall’espansione urbanistica dalla grande Milano verso le periferie”.
La festa ha sempre avuto una valenza particolare cadendo in concomitanza con l’apertura del nuovo anno caseario, determinato dal rinnovo del contratto di vendita fra fittabili e lattai.
In onore del patrono e per allontanare le maledizioni sulla campagna si accende davanti alla chiesa il balòn, un globo decorato con palme simboleggianti il martirio.
Il programma della festa prevede il primo appuntamento alle 9.00 nella Corte Salcano (via Cesare Battisti 2), da dove partirà la sfilata dei trattori d’epoca per le vie cittadine. Alle 9.30, invece, in piazza Don Bonati, si aprirà la manifestazione con la degustazione di prodotti tipici lattiero – caseari e il tesseramento “Amici del Museo” anno 2015.
Alle 10.00 dal municipio partirà il corteo accompagnato dal Corpo Musicale Albairatese, con le autorità e il sindaco Giovanni Pioltini che porterà la lampada votiva a San Giorgio.
Alle 10.30 nella Chiesa sarà celebrata la Santa Messa con accensione del globo di fuoco (il balòn) sul piazzale in onore del patrono. Alle 12.30, infine, in Oratorio, si svolgerà il tradizionale pranzo a base di prodotti offerti dalle aziende agricole locali al costo individuale di 12 euro. Per prenotarsi occorre recarsi in oratorio. Il ricavato della manifestazione sarà interamente devoluto alla parrocchia. Si allega programma della manifestazione con l’elenco integrale delle aziende che hanno collaborato.

Views: 19