ABBIATEGRASSO – Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di una cittadina, Anna Gorra Sgarella, in relazione all’articolo pubblicato sull’Eco di martedì 9 ottobre, a
titolo “Un invito al rispetto degli altri”, riguardante un cartello affisso nei pressi di un bar accanto all’ospedale. “Mi premuro a
sottolineare che il suddetto cartello è già stato strappato e buttato in
mezzo alla strada, oltre a non sortire alcun effetto sugli incivili che
transitano in piazza Ospedale durante le ore notturne!
Più volte sono stati ripresi dai residenti ottenendo insulti e minacce in
risposta, sono state chiamate le forze dell’ordine, ma il vandalismo
continua ad imperversare e non solo con schiamazzi, autoradio, derapate ma,
voltato l’angolo, si accomodano scambiando il muro dell’edificio per una
latrina pubblica come da foto allegata. Sono stati presi vari provvedimenti
privati come deterrenti a tale sconcio, ma non si arriva a nulla. Ora
urinare sui muri non è più nemmeno un ‘reato’….Quindi VIA LIBERA AGLI
SPORCACCIONI! Inoltre la zona è trascurata o non è previsto il passaggio
giornaliero degli operatori della nettezza urbana, di conseguenza la
sottoscritta oltre a lavare e disinfettare la pavimentazione pubblica dalle
deiscenze altrui, molto spesso è costretta a raccattare rifiuti che vengono
gettati a terra dai passanti ineducati (passaggio per ingresso e uscita
dalla scuola elementare!). Anche i cartelli affissi in via Mentana sono già
stati rimpiazzati perché più volte scalzati. Chiedendo parere agli organi
preposti non ci sono stati dati suggerimenti validi. Finora, con le buone
maniere, non si è ottenuto nulla, saremo costretti a passare alle cattive
passando dalla parte del torto? ‘La tua libertà finisce dove inizia quella del tuo prossimo’ rispettando le leggi di buona creanza: purtroppo non vale per tutti”.

Views: 1185