ABBIATEGRASSO – Tre serate con distanziamento individuale di consiglieri e Giunta, collegati da casa propria in videoconferenza, che l’Eco della Città ha ripreso integralmente in diretta dal proprio computer. Tre sere, lunedì 18, mercoledì 20 e venerdì 22 per affrontare argomenti che hanno riservato anche delle sorprese. Lunedì 18, subito dopo l’appello ha chiesto di intervenire il sindaco Nai per rispondere al comunicato diffuso il giorno prima dal comitato Popolare Intercomunale per l’ospedale Cantù. Nai ha detto di aver chiesto subito al direttore generale Odinolfi che smentisce una prossima ulteriore riduzione d’orario del P.S. , il sindaco ha anche assicurato che scriverà ad ASST e a regione Lombardia per compiacersi del ruolo che il Cantù ha potuto svolgere con i pazienti post Covid e per chiedere che in ospedale ritorni il rianimatore h 24 e la riapertura totale del P.S. Subito dopo 13 consiglieri si sono prenotati per usufruire dei 5 minuti riservati a interventi extyra ordine del giorno. Primo a parlare Di Giacomo (FI) che ha elogiato il lavoro della Polizia Locale, poi De Marchi (Cambiamo A.) ha ringraziato tutti coloro che in quest’emergenza sono stati in prima linea, dai sanitari ai volontari e per tutto loro ha chiesto una benemerenza: “Per i nostri eroi, il leoncino d’oro”. Il cons. Tarantola (Ricominciamo I.) si è detto sorpreso dell’intervento del sindaco sull’ospedale  e spera che quanto ha detto Nai lo mantenga. Cameroni (Pd) ha accennato alla liberazione di Silvia Romano, liberata e subito dopo il suo arrivo “lapidata a parole”. Garavaglia (Lega) ha ricordato “la battaglia di Legnano del 29 maggio 1176, giorno di festa della libertà. La nostra storia fatta di sacrificio, impegno, operosità, gli stessi con cui ora è stata gestita l’emergenza”. Granziero (Pd) ha sollecitato i contributi per l’affitto a favore delle famiglie in difficoltà, criticando il ritardo del bando abbiatense previsto solo entro luglio mentre altri comuni hanno già provveduto. Magnoni (Lega) ha elogiato “gli agricoltori che hanno continuato a lavorare nei campi e a mungere…mentre gli extracomunitari hanno continuato a gironzolare bivaccando”. Lovati (Nai sindaco) ha sollecitato a far sì che “il virus diventi uno stimolo alla soluzione dei problemi, non un pretesto. Citando Gaber: “C’è un’aria, ma un’aria che manca l’aria”. Serra (Gruppo Misto) ha detto che dopo aver visto “il sottoscala allagato, il tugurio in cui hanno sede 14 associazioni, chiedo al comune di non far pagare l’affitto”. Biglieri (Pd) ha chiesto di non far pagare il plateatico ai commercianti, ha chiesto al sindaco di farsi sentire in Regione anche per il trasporto pubblico. Piva (Lega) ha chiesto di comportarsi come per il via Romano anche per il connazionale Chico Forti.  Finiguerra (Cambiamo A.) ha “accolto con stupore e sollievo che Nai sembra, dopo 3 anni, aver scaricato Gallera” ha poi sollecitato ad organizzare e non ritardare l’apertura dei centri estivi per i ragazzi. Denari (M5S) si è detto preoccupato per la situazione economica del comune che vede ridursi le entrate fiscali ma che è soprattutto in difficoltà a riscuotere i crediti. Inadeguatezza dimostrata anche con amaga e Navigli Ambiente che hanno disatteso obiettivi e aspettative. Gallotti (Gruppo Misto) ha elogiato le associazioni di volontariato “che han fatto quello che dovevamo fare noi”. E.G.

Views: 33