ABBIATEGRASSO – Mentre non c’è fine ai disagi dovuti al malfunzionamento della  Milano-Mortara, a ritardi, soppressioni, treni obsoleti gelidi o surriscaldati, una linea su cui pare sempre più che, nonostante le numerose promesse, non si intende investire per niente, figuriamoci per il raddoppio nonostante tra poco, ultimato il nuovo pinte sul Ticino, si libererà il ponte attuale a Vigevano che dovrebbe ospitare un secondo binario, sono sempre più frequenti anche episodi violenti. L’ultimo in ordine di tempo quello di pochi giorni fa capitato a una ragazza di 21 anni che salita sul treno della linea S9 ad Albairate, è stata raggiunta da un uomo che ha iniziato a masturbarsi davanti a lei per poi tentare di violentarla. Per fortuna la ragazza è riuscita a fuggire, ha chiesto aiuto a un passeggero che ha allertato il capotreno che ha avvisato i carabinieri. Quando l’aggressore, un egiziano, è sceso alla fermata di Trezzano cercando di confondersi con altri passeggeri, la ragazza lo ha indicato agli agenti che lo hanno arrestato e portato a San Vittore. L’ennesimo episodio che aumenta l’allarme sicurezza e che preoccupa i molti pendolari, soprattutto le donne che per studio o lavoro, utilizzano quotidianamente il treno per raggiungere o tornare da Milano. La ragazza che segnala aggiunge: “Sui treni, quando ci sono, si rischia anche lo stupro. Una situazione a dir poco drammatica”. E.G.

 

 

Views: 4