ABBIATEGRASSO – Sabato mattina è comparso un vistoso cartello, a fianco della vetrina del negozio Liuteria di via San Carlo, che esprimeva amarezza e indignazione per l’ennesimo atto di bullismo subito. Fotografato, postato e condiviso su Facebook, ha suscitato diversi commenti e reazioni. Chi è entrato in negozio ed è riuscito a parlare con il liutaio ha scritto sui social di una persona gentile e accogliente, ma amareggiata perché la sera prima alcuni ragazzi, bulli, gli hanno rotto la vetrina. Li ha riconosciuti, hanno negato, è la terza volta ed è comprensibilmente stanco di subire questi atti vandalici. Atti stupidi che vanno condannati, e i loro autori puniti. Comportamenti intollerabili che non hanno nessuna giustificazione, frutto di una maleducazione spesso tollerata in famiglia. Che sia un segnale di disagio, di richiesta di attenzioni, di noia o di necessità di farsi accettare dal branco, non ha importanza. Il bullismo è sempre un atto di violenza e di mancanza di rispetto, questi comportamenti non devono essere giustificati in nessun modo. Siamo andati a cercare il liutaio lunedì pomeriggio, torneremo per esprimergli solidarietà e ringraziarlo per la sua presenza in città. E.G.

Views: 799