ABBIATEGRASSO – Diverse segnalazioni di ‘malessere’ riguardano la sanità lombarda. Viene segnalato che “l’assistenza è al collasso, sono stati ‘falciati’ gli infermieri  nell’Asst ovest milanese ma anche nell’Asst Fatebenefratelli Sacco, i tagli significano minore sicurezza sul lavoro, abuso di straordinari non sempre pagati , una situazione sempre più critica per la salute dei cittadini e degli infermieri”. Un’altra segnalazione riguarda l’ospedale San Paolo dove si sono verificati casi di scabbia, un lettore chiede: “La sanità lombarda un tempo fiore all’occhiello sta diventando un incubo, con situazioni sempre più degradate, chiediamo servizi adeguati a chi ha la responsabilità di gestirli”. La scorsa settimana è arrivata anche la seguente segnalazione che parla dell’ospedale Fornaroli di Magenta: “Buonasera, scrivo in merito al grande disagio che c’è all’ospedale Fornaroli di Magenta, oggi c’erano più di 40 gradi fuori ma dentro i reparti del Fornaroli si poteva morire, c’erano 50 gradi anche di più, i pazienti ricoverati esauriti dal caldo eccessivo, gli infermieri ancora più esauriti dei pazienti a correre su e giù a rispondere ai campanelli (i pazienti che a parte il male si lamentavano e si incavolavano con gli infermieri per il caldo), una situazione che da come detto dura da tre giorni, qualcuno diceva guasto all’impianto dei piani alti. Io mi chiedo si può andare in ospedale e aggiungere altri mali ai tuoi ? È possibile che dopo tre giorni nessun miglioramento? Chiedo cortesemente a chi di competenza di fare qualcosa per questa situazione. A me veniva da piangere a vedere come il personale prendeva insulti dai pazienti (entrambi senza colpe) .Come si fa a lavorare in queste condizioni?”. E.G.

 

Views: 1637