ABBIATENSE – Grande festa per la Polizia Locale Abbiatense e per tutte le Polizie Locali aderenti al Patto di Sicurezza Integrata del Magentino – Abbiatense e asse ex S.S.11 che sotto l’egida del Comandante della Polizia Locale dottoressa Maria Malini e del sindaco Pierluigi Arrara hanno festeggiato pubblicamente e con una cerimonia molto curata  San Sebastiano Martire, il Santo Patrono della Polizia Locale, che si celebra il 20 gennaio. San Sebastiano era un militare romano convertitosi al Cristianesimo che nell’iconografia religiosa viene rappresentato trafitto dalle frecce, strumento utilizzato da Diocleziano per ucciderlo, egli però sopravisse per essere successivamente flagellato a morte per ordine dell’imperatore. Sabato 21 gennaio dalle ore 16.00, i vari appartenenti alle Polizie Locali del Patto si sono schierati in piazza Castello nei loro abiti di alta ordinanza, con la presenza anche della nuova Fanfara abbiatense, la Fanfara Ten. Montorfano della Sezione Bersaglieri di Abbiategrasso, e delle varie associazioni d’Arma abbiatensi. Diverse le autorità presenti, tra le quali i vari sindaci della zona e il Colonnello Mauro Arnò, comandante del Centro Documentale dell’Esercito (ex-distretto militare) di Milano. “Oggi è la festa della Polizia Locale, la festa del santo patrono San Sebastiano, – ha esordito il sindaco Arrara nel discorso di ringraziamento alle Polizie Locali presenti per il loro lavoro giornaliero e costante – noi vogliamo condividere la vita quotidiana della nostra Polizia Locale e in quest’occasione ricordare tutto il lavoro svolto dagli agenti, oggi hanno compiti molto più significativi che devono essere svolti in sintonia con le altre forze dell’ordine presenti nel territorio. La sicurezza che tutti i giorni voi agenti operate non significa solo garantire il traffico o dare qualche muta ma, soprattutto, svolgere un lavoro di educazione per far rispettare le regole che sono alla base di qualunque convivenza. Abbiamo voluto fare questa festa in piazza, in mezzo alla gente, perché il vostro lavoro si svolge qui tutti i giorni, in mezzo a noi, e per condividere il senso di giustizia e di rispetto delle regole, oggi è anche un giorno per dire grazie ai nostri agenti che hanno un compito non facile. Noi vorremmo dire alla cittadinanza che il compito della Polizia Locale è soprattutto quello di prevenire, di educare e di ascoltare le esigenze e le richieste dei cittadini, noi sindaci vogliamo dire che le nostre Polizie vogliono aiutarci a recuperare il senso civico e il rispetto dell’ordine e della sicurezza che sono alla base di ogni città che voglia essere accogliente”. Dopo i vari saluti di rito, la cittadinanza ha potuto ammirare l’esibizione del gruppo cinofilo e una simulazione di arresto ad opera della Polizia Locale. I cittadini hanno mostrato di gradire questi festeggiamenti pubblici. Verso le 18.00 tutti i presenti hanno formato un composto corteo per raggiungere la Basilica “Santa Maria Nuova” dove è stata celebrata la Santa Messa ufficiata dal Reverendo Monsignore Innocente Binda, con benedizione delle Bandiere di Corpo e dei Labari delle associazioni di volontariato intervenute. Dopo la Messa il corteo si è ricomposto per raggiungere il Castello Visconteo dove, alla presenza delle autorità, sono stati premiati alcuni agenti che si sonno particolarmente distinti nel loro servizio: per Abbiategrasso  Maura Bosi (anzianità di servizio, 16 anni), Antonio Buratti (elogio del comandante: sprezzante del pericolo, esemplare iniziativa  ed eccezionale coraggio, su segnalazione della Centrale Operativa interveniva all’interno di un appartamento e riusciva con mezzi di fortuna a domare un principio di incendio, evitando così gravi conseguenze a cose e persone), Giampiero Pucci (per aver contribuito con grande professionalità e spirito di abnegazione allo svolgimento delle attività relative alla sezione pronto Intervento del Comando: in particolare l’attenzione dimostrata nel controllo del territorio e nel monitoraggio delle criticità ha permesso il raggiungimento di importanti obiettivi operativi), Luigi Scotti (per l’alto senso del dovere e l’abnegazione dimostrati nello svolgimento del particolare incarico ricoperto. L’intensa attività sviluppata e la profonda conoscenza dei flussi anagrafici ha contribuito preziosamente a supportare in maniera significativa gli Appartenenti al Comando e le altre Forze di Polizia). Premiati anche: Antonio Piscone e Marco Mazzero di Magenta per i 25 anni di anzianità; Mirko Mereghetti di Corbetta per i 16 anni di anzianità; Antonio Schintu e Pasquale Polito di Marcallo e Mesero per i 16 anni di anzianità. Lorenzo Baltrocchi di Arluno (16 anni di anzianità). Tamara Pieropan di Albairate per i 16 anni di anzianità. A Bareggio il comandante ha elogiato: Emilio Mulazzani; Vincenzo Mirijello; Giuseppa De Salvo; Antonio Luca Paparella. A Pregnana Milanese, encomio dell’amministrazione al comandante Massimiliano Vincenzo Madesani e al commissario capo Alessandra Dell’Orto. Premiata per anzianità (25 anni) Angelina Donato. A Settimo Milanese, premiato per anzianità (16 anni) Oreste Gallo. Cristina Brambilla

Views: 205