ABBIATENSE – Con una “web-conference call” giovedì 23 aprile è avvenuta formalmente la consegna delle donazioni raccolte dal Rotaract Club di Abbiategrasso alla Fondazione Ospedali di Magenta, Abbiategrasso, Cuggiono e Legnano. In poco più di due settimane sono stati raccolti 5.000 euro, grazie all’impegno del  volenteroso gruppo di giovani che si contraddistingue per grande sensibilità e generosità. Presenti nella videochiamata di gruppo, oltre ad alcuni ragazzi del Club e ai giornalisti, la presidente del Rotaract di Abbiategrasso Stefania Andrisani, il responsabile e vicepresidente della Fondazione (consigliere per l’ospedale di Cuggiono) Angelo Gazzaniga e la responsabile della Fondazione (per l’ospedale di Abbiategrasso) Martina Artusi. Gazzaniga, dopo aver portato i saluti e i ringraziamenti del presidente Norberto Albertalli, ha spiegato di cosa si occupa la Fondazione, una realtà nata 7 anni fa, senza scopo di lucro, che lavora sul territorio a tutela del benessere dei pazienti dei 4 ospedali pubblici, dei dipendenti, dei famigliari… Un supporto per cercare di risolvere le problematiche, far fronte ad emergenze, come in questo caso, con il vantaggio di essere più veloci grazie a procedure più snelle per esempio per l’acquisto di macchinari, dispositivi ecc. utili per la lotta contro il Covid-19, ma anche servizi come la possibilità per gli operatori di fermarsi in hotel (uno a Legnano e uno a Magenta) per non dover tornare a casa dopo il turno di lavoro aumentando i rischi di eventuali contagi. Ogni ospedale ha espresso una necessità rispetto alla strumentazione che veniva maggiormente impiegata.  “Mi fa piacere che ad Abbiategrasso sia stata raccolta una parte dei fondi, la Fondazione è poco conosciuta ad Abbiategrasso…” ha detto Gazzaniga, che ha ricordato anche l’importanza delle donazioni attraverso il 5×1.000. La Fondazione si occupa di molte iniziative, come ad esempio le borse di studio per i figli dei dipendenti, infermieri che hanno una famiglia con reddito basso. Vengono organizzati anche eventi e spettacoli per raccogliere fondi. Le aziende hanno dato un grande contributo, un’azienda ha donato 300mila euro e due, di cui una vuole restare anonima, 100.000 euro ciascuna. Inoltre 3.600 cittadini hanno dato un contributo, ognuno compiendo piccoli, ma sempre grandi gesti. Martina Artusi, da poco nominata consigliere  della Fondazione per l’ospedale Cantù, ha aggiunto: “Tra le realtà abbiatensi che ho scelto di contattare, ci siete voi del Rotaract, che vi siete attivati subito. Si è creato un ‘network’ condividendo l’iniziativa, grazie ai giovani che si sono mossi, anche attraverso le pagine social, e hanno raggiunto un risultato consistente”. Stefania Andrisani: “E’ stato bello vedere la risposta di tutta la città e di tanti ragazzi che ci hanno aiutato a condividere la raccolta fondi”. Addirittura è arrivata una donazione anche da un Rotary Club francese, come fa sapere Irene che è in contatto con loro. Da questa bella iniziativa a favore dei 4 ospedali, anche la riconferma delle potenzialità del Rotaract Club di Abbiategrasso, capace non solo di fornire un “service” per la comunità ma anche di fare squadra, tra giovani e non solo, per raggiungere l’obiettivo. (Foto d’archivio). S.O.

Views: 629