ABBIATEGRASSO – A seguito dell’emergenza coronavirus, sono state emanate una serie di misure restrittive, dirette a limitare il più possibile situazioni di affollamento, principale causa della trasmissione di contagio. Tali misure hanno disposto la chiusura di pressoché tutte le attività culturali e commerciali fatta eccezione per quelle di vendita alimentare e di prima necessità, la chiusura di tutti gli spazi ed uffici pubblici ed il divieto degli spostamenti, salvo che per quelli motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute (per informazioni più dettagliate, vedi Ordinanza Regione Lombardia n.514 del 21-3-2020).

Il rispetto delle misure sopraddette è fondamentale per giungere al risultato di sconfiggere l’epidemia, e la stragrande maggioranza della cittadinanza abbiatense le osserva scrupolosamente. Tuttavia, per evitare che l’inosservanza delle regole da parte di qualcuno, vada a vanificare lo sforzo ed i sacrifici di tutti, alla Polizia Locale è affidato il delicato compito di effettuare controlli sul territorio, anche a rischio di contagio, sebbene gli agenti siano debitamente dotati delle misure di sicurezza prescritte.

Di seguito il report delle attività di controllo effettuate dalla Polizia Locale di Abbiategrasso, nel periodo 25 marzo–3 aprile:

  • 99 interventi di controllo che riguardano: attività, commerciali/produttive, controllo persone, controllo veicoli, controllo parchi e luoghi di aggregazione in genere (compreso il servizio di Domenica);
  • 77 persone controllate;
  • 19 sanzioni per mancato rispetto delle misure di contenimento (di cui due accertate prima della depenalizzazione ma già convertite in sanzioni amministrative come da disposizione della Procura della Repubblica di Pavia, così anche le 13 precedentemente accertate come violazione penale ora depenalizzata);
  • 17 esercizi commerciali controllati;
  • 1 sanzione a titolare di esercizio commerciale per mancato rispetto delle misure di contenimento

Inoltre, a seguito del controllo dei suddetti 77 soggetti:

  • 1 soggetto è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per resistenza a pubblico ufficiale;
  • 1 soggetto minorenne è stato deferito alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti;
  • 2 soggetti, una volta identificati compiutamente, sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria in quanto irregolari sul territorio italiano–clandestini

Riportiamo una dichiarazione di Alberto Bernacchi, Assessore alla Sicurezza Urbana:

“Come promesso l’attività di controllo prosegue senza sosta per scoraggiare i comportamenti individuali in contrasto con le prescrizioni per il contenimento dell’epidemia COVID19.
C’è ancora troppa gente in giro, soprattutto anziani, confido che la diffusione del numero dei controlli, ma soprattutto dei sanzionati, convinca i più indisciplinati ad aver maggior rispetto per sé e per gli altri.
Ricordo inoltre, per fugare ogni possibile fraintendimento, che sino al 13 di aprile, salvo possibili proroghe, sono vietati il passeggio e lo sport all’aperto, che può essere svolto solo nelle immediate vicinanze della propria abitazione e in modo solitario, mentre per quanto riguarda il passeggio degli animali da compagnia è prevista una distanza massima non superiore ai duecento metri dalla stessa.“Tutto andrà bene!” solo se tutti faremo la nostra parte.”

Views: 1166