ABBIATEGRASSO – La scuola è iniziata e riapre anche Portofranco, il centro di aiuto allo studio presente ormai da otto anni ad Abbiategrasso e operante nei locali di via Giramo 19. Dal 28 settembre nel pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30 sarà aperta la segreteria di Portofranco e gli studenti che ritengono di aver bisogno di essere aiutati nello studio potranno iscriversi. Così dopo le iscrizioni nel mese di ottobre potranno iniziare le attività del centro secondo la stessa modalità degli stessi anni che si è dimostrata efficace nell’affronto sia dei debiti scolastici sia delle lacune che uno studente o una studentessa presenta nella sua preparazione. E il metodo che Portofranco ha sperimentato in questi anni e che vuole continuare a mettere in atto e’ semplice, al posto di corsi di recupero i volontari di Portofranco si impegnano con gli studenti in difficoltà uno ad uno in quanto vogliono fare un lavoro concreto che entri nel merito del bisogno individuale e aiuti lo studente o la studentessa ad acquisire un metodo con il quale diventare autonomo. Questo è ciò che Portofranco propone ad ogni studente o studentessa bisognoso di essere aiutato nello studio: un rapporto personale che affronti concretamente la difficoltà e trovi la strada per superarla. Questo metodo nasce dall’esperienza, dall’aver constatato in anni e anni di presenza dentro la scuola che ciò di cui ha bisogno un giovane oggi non è’ di un adulto che insegni una tecnica o che faccia fare i compiti, ciò di cui un giovane ha bisogno è di uno sguardo, è di qualcuno che gli voglia bene. Lo studio come l’amore per la vita riparte da lì, riparte da uno sguardo, da adulti appassionati alla vita che per questa passione si mettono insieme agli studenti in difficoltà, ne condividono il bisogno e fanno con loro un cammino di recupero delle lacune scolastiche e se accade anche di ripresa di passione per la vita.
Per questo Portofranco si regge sui volontari, non è l’organizzazione il fulcro del centro, ma la gratuità, adulti che spendono del tempo per dei giovani che hanno bisogno, adulti che vogliono far proprio il bisogno di tanti studenti per poter imparare a vivere. Anche per i volontari Portofranco è una possibilità, non solo di insegnare, non solo di dare, ma anche di ricevere e così di diventare più ricchi umanamente.
I volontari si troveranno martedì 29 settembre alle ore 19 per un momento di incontro con gli insegnanti della Scuola Oliver Twist di Cometa Como, dove dal racconto dell’esperienza di insegnanti che operano nella formazione professionale vorranno capire quali indicazioni vengano per chi è impegnato con i debiti scolastici. Sarà un confronto interessante su che cosa oggi ridia speranza in campo educativo.

Views: 574